Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cultura

Premio Golden Feder per la soprano Aliberti

L'artista messinese ad Amburgo per il riconoscimento consegnato dal pianista Franzin. Una carriera internazionale straordinaria. Partita da Berlino

Tenace, appassionata e perfezionista. Una grande personalità quello di Lucia Aliberti, straordinaria soprano messinese che ha ricevuto l’ennesimo riconoscimento: il premio "Golden Feder" dal produttore e pianista professionista Justus Franzin ad Amburgo. Aliberti ha iniziato la sua Carriera Internazionale a Berlino  e ha debuttato alla Deutsche Oper con l’Opera che è diventata il suo cavallo di battaglia in tutto il mondo  ossia la “Lucia di Lammermoor” di Donizetti. Per più di trent’anni in questa Opera meravigliosa e difficile da un punto di vista tecnico-vocale è stata affiancata dai tenori più importanti  e bravi nel ruolo di Edgardo come Alfredo Kraus, Francisco Araiza, Roberto Alagna, Peter Dvorsky, Alberto Cupido, Luis Lima, Fernando della Mora sempre sotto la direzione del Maestro direttore d’orchestra Marcello Viotti. Con questi tenori ha cantato di più in altri importanti teatri del mondo.

È considerata una specialista nel repertorio di Bellini: Norma, La sonnambula, Il pirata, I putritani, I capuletie i Motecchi, Beatrice di Tenda, La straniera. Gli altri più importanti compositori de repertorio sono Donizetti, Rossini e Verdi.

Guest Star nei Gala-Concert internazionali dell'Unesco e dell'Unicef, ha cantato per Papa Giovanni Paolo II, in occasione del giubileo mondiale per le famiglie.

Musicista e compositrice, contemporaneamente al canto si è dedicata allo studio del pianoforte e di altri strumenti musicali (chitarra, fisarmonica, violino, mandolino, ecc.). Ha composto molti brani per pianoforte, clarinetto, flauto e voce. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premio Golden Feder per la soprano Aliberti

MessinaToday è in caricamento