“Un cuore per la signora Chimento”, la malasanità diventa un romanzo

Lo scrittore catanese Gianni Bonina mette la cronaca al centro della letteratura. Il testo racconta la storia del cronista Natale Banco e di una città avvelenata dal malaffare

Lo scrittore catanese Gianni Bonina

“Mafia, potere e malasanità”, questi gli ingredienti di  “Un cuore per la signora Chimento” il libro dello scrittore catanese Gianni Bonina, in uscita a fine giugno nelle librerie per Marlin che mette la cronaca al centro della letteratura. L’autore, una firma culturale di numerose testate: “la Repubblica”, “Reset”, “Doppiozero” e “Letteratitudine”, nell’opera racconta la storia del cronista Natale Banco, e di una Catania in bilico tra passato, memoria e un futuro difficile da decifrare. 

"Tema centrale di questo romanzo è la malasanità- scrive l’autore-  chiamata a rispondere nell’ambito del trapianto d’organi e dell’impianto di stent cardiaci. Proprio a Catania si è avuto un caso di stent scaduti da cui è derivato un procedimento giudiziario. Ma nell’inchiesta condotta dal giornalista Natale Banco è stato fatto di peggio. Molto peggio. Tutto naturalmente frutto di fantasia, anche quando qualche riferimento possa apparire reale”, 

La scrittura di Bonina intreccia eventi drammatici ed elementi introspettivi e il protagonista, Natale, scopre che “al vaglio della memoria,” molti momenti vengono “come illuminati per la prima volta”. "E rivissuti: con la calma che si può mettere nel riordinare un ripostiglio, dove si ritrovano sempre nuove cose credute smarrite".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un cuore per la signora Chimento, titolo che si richiama a indagini e interrogativi immersi in una sanità e società corrotte, è ricco d’atmosfere dense di fantasmi della memoria. Il tutto senza far perdere l’attenzione per un giallo narrativo dove emerge il male: la spietatezza e il cinismo di chi specula su chi è più fragile, sotto l’ombra della mafia.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brigata Aosta nello sconforto per la morte del militare, indagini a tutto campo a Capo d'Orlando

  • Cade da cavallo e sbatte la testa, 18enne in gravissime condizioni

  • Rissa tra ragazzine a Villa Dante, due ferite: quattro pattuglie dei vigili per calmare gli animi

  • Ucciso a Los Angeles il regista Serraino, “Un amore spropositato per Messina che non gli ha mai tributato nulla”

  • Tragedia sfiorata in via Jaci, soccorso un uomo che ha tentato il suicidio

  • Coronavirus, salgono ancora i nuovi casi in Sicilia: otto a Messina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento