Sabato, 31 Luglio 2021
Eventi

Festa della musica con la filarmonica Laudamo ma il circolo filatelico chiede spazio espositivo permanente

Il nuovo valore postale è stato infatti molto gradito dal pubblico, così come il magnifico folder, le cartoline con l’annullo speciale figurato e le schede plastificate

E’ stata una grande “Festa della musica” con “invito finale” quella tenutasi al Teatro Vittorio Emanuele in occasione dell’emissione del francobollo voluto dalla Filarmonica Laudamo e dal Circolo Filatelico Peloritano. Il nuovo valore postale è stato infatti molto gradito dal pubblico, così come il magnifico folder, le cartoline con l’annullo speciale figurato e le schede plastificate (materiale adesso disponibile allo Sportello di Messina 18 alle spalle del Duomo). Il francobollo ordinario appartiene alla serie tematica “Il patrimonio artistico e culturale italiano” ed è stato dedicato al Centenario di fondazione della Filarmonica, il cui logo campeggia su tutti i “pezzi” postali. 

Lunedì pomeriggio, nel Foyer del Teatro Vittorio Emanuele di via Garibaldi, è stato in funzione l’Ufficio Postale Distaccato dotato anche dell’annullo “primo giorno”. Dopo i saluti istituzionali è stata inaugurata una mostra-selezione di Filatelia tematica e cartoline d’epoca su soggetti musicali allestita a cura del Circolo Filatelico Peloritano che ha preceduto il concerto straordinario tenuto da due noti artisti della scena internazionale: il pianista Luciano Troja (Direttore artistico della Filarmonica Laudamo) e il fagottista Antonino Cicero.

Il francobollo della Laudamo è contrassegnato dalla lettera “B” (valore 1,10 euro, utile per inviare una cartolina o una lettera ordinaria di primo porto all’interno del Paese) ed è stato stampato dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato.

In occasione dell’iniziativa al Teatro V.E., il Consiglio direttivo del Circolo messinese, tre volte campione d’Italia, ha lanciato un forte “invito” alle autorità cittadine, a voler istituire un’adeguata sede espositiva permanente in grado di ospitare le collezioni filateliche e di cartoline d’epoca realizzate dai soci del “Peloritano”. A tal uopo è stato amaramente sottolineato che le collezioni di “casa nostra” sono più conosciute e apprezzate in ogni angolo d’Italia piuttosto che a Messina, città nella quale sono state prodotte, giorno dopo giorno, in oltre 40 anni di storia, da un piccolo-grande Circolo Filatelico. Poterle mettere a disposizione dei messinesi dipenderà quindi solo dalle Istituzioni...

*Vice presidente Circolo Filatelico Peloritano

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa della musica con la filarmonica Laudamo ma il circolo filatelico chiede spazio espositivo permanente

MessinaToday è in caricamento