menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gianluca Rando davanti al Casinò municipale. Foto tratta dal profilo  Facebook

Gianluca Rando davanti al Casinò municipale. Foto tratta dal profilo Facebook

Gianluca Rando a Sanremo per presentare Blu: "Un'emozione incontenibile"

Il chitarrista tra Casinò municipale e Palafiori per far ascoltare la sua ultima creatura discografica. Il singolo anticipa l'omonimo disco in uscita a fine mese

Non c'è dubbio: Sanremo 2020 parla anche messinese.  

In testa c'è Alberto Urso,  il tenore in gara in qualità di big che ha finora stregato il pubblico dell'Ariston. Ma sul palco c'è anche Fiorello, mattatore di origine catanese, ma con il padre nativo di Letojanni.  

Tra i tanti siciliani giunti nella città dei fiori nella settimana del Festival, c'è anche il chitarrista Gianluca Rando che, anche se non in gara sul palco più celebre d'Italia, si trova in commissione in alcuni concorsi paralleli  tra cui Sanremo Discovery.

“Un’emozione pazzesca essere qui”, racconta Rando che in questi giorni ha lanciato "Blu", il singolo che anticipa l'omonimo album di inediti in uscita a fine mese.

“In realtà mi sento  mezzo ligure - racconta -  perché nella prima parte della mia vita ho vissuto in questa regione. Non è una novità per me essere a Sanremo, ma presentare un nuovo disco sì. Sanremo è la città della musica italiana e aver suonato su quel palco in cui tutto è cominciato  e dove si sono esibiti  i più grandi artisti nazionali ed internazionali mi ha catapultato agli inizi del festival”.

Rando non ha dubbi su quale cantante tifare in vista della finalissima di questa sera. “Mi piace questo festival e da buon messinese faccio il tifo per Alberto, ma amo molto anche il brano di Tosca” .

Incontri preziosi tra le strade della cittadina ligure. “In città - precisa il chitarrista messinese -  si respira musica in ogni vicolo-e ho avuto modo di incontrare alcuni direttori d’orchestra con cui ho collaborato e che oggi sono miei amici tra cui Enzo Campagnoli che ha diretto Elettra Lamborghini,  Valeriano Chiaravalle che ha diretto Tosca al festival e Roberto Rossi, manager esecutivo Sony”.

“Blu”, che arriva dopo Eoliana uscito nel 2017 e registrato live alle isole Eolie , nasce dal desiderio dell’artista di mettere nero su bianco tutto quello ha assorbito in questi anni. “ Blu è il colore del mare e del cielo e rappresenta per me una pennellata di ottimismo in questo mondo bombardato da tecnologie,  rapporti virtuali e social. Un disco intimo legato ai veri e vecchi sentimenti, quelli che ci fanno stare bene, ringrazio il mio produttore Gianni Gandi della Mediterraneos production di Roma e il fotografo messinese Pippo Siracusano per copertina e artwork”.

Rando nei dieci brani che compongono l'album  si è cimentato a suonare strumenti diversi tra cui pianoforte e sitar.  Inoltre ha confessato che per mixaggio e mastering ha coinvolto per la prima volta anche la mamma Cetty , che pur non essendo un tecnico del suono ha un orecchio incredibile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento