Glorius international, concerto-evento dell'estate al teatro Vittorio

Play the show per celebrare il nuovo disco prodotto da Tony Canto, diventa una grande festa con musicisti dai quattro continenti. E celebra il valore dell'accoglienza

Grandissime capacità vocali condensate in quattro personalità variegate e di spessore autentico. Sono destinate ad entrare nella storia della musica internazionale le Glorius4, l'ensemble tutto femminile che ieri al teatro Vittorio Emanuele di Messina ha “regalato” uno degli spettacoli più belli degli ultimi anni, l'evento dell'estate messinese. 

L'occasione è stata data dalla presentazione del loro disco Play, da cui il nome dello spettacolo “Play the show”, che ha portato sul palcoscenico del Vittorio gli amici, gli artisti e le collaborazioni internazionali che sono diventate il loro bagaglio professionale.

Ecco, dunque, con Agnese Carrubba, Cecilia Foti, Federica D’Andrea e Mariachiara Millimaggi, la musica del pianista cubano Esteban Alvarez, del gruppo swing del Giappone Clap Stom p swingin', ma anche del discografico cubano Ernesttico, percussionista dei big della musica da Pino Daniele a Jovanotti a Ivano Fossati, della violinista messinese che vive in Francia Maria Fausta Rizzo (nel video in basso), direttrice d'orchestra capace di spaziare dal pop all’elettronica, dal rock classico al jazz ma anche e soprattutto Tony Canto, chitarrista, compositore e produttore artistico del disco che per primo ha creduto nelle Glorius e che ha regalato uno dei momenti più intensi dello spettacolo con la canzone “A mare si gioca”. 

Glorius-6Una canzone nata come una favola per tutti i bimbi migranti del mondo che ieri ha emozionato e celebrato il valore dell'accoglienza su un palco che ha messo insieme i quattro continenti. 

Ma c'è stato spazio anche per cantare insieme e sorridere con i racconti degli artisti stranieri che non hanno intenzione di dimenticare le lasagne a forno e la mezza con panna consumata in questi giorni di preparazione nella città dello Stretto.  

Applausi a scena aperta nel finale che ha visto protagoniste anche i cori Bianco Suono, liceo Maurolico, Taboo, Ten Choir. Decine di ragazzini da 10 ai 18 anni, tutti vestiti di bianco, hanno colorato il palcoscenico bellissimo anche senza scenografia, uno dei più grandi d'Europa, come ha ricordato il presentatore della serata Giuseppe Cardullo.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Glorius international, concerto-evento dell'estate al teatro Vittorio

MessinaToday è in caricamento