Eventi

Governo dei margini e della sicurezza sociale, il sindaco De Luca a confronto con i ricercatori italiani

All'Università il convegno dedicato alla questione sociale urbana e alle ordinanze che hanno infiammato il dibattito politico

La caccia ai senzatetti stranieri, il pugno duro contro l'ambulantato, la lotta all'accattonaggio. Ha tenuto banco per tutta l'estate e continua a farlo la nuova linea imposta dal sindaco di Messina Cateno De Luca. Perchè ci sono scelte o leggi da cui si evince un'intenzione “inclusiva” e leggi che, magari dietro un articolato impeccabile, nascondono il desiderio di creare pareti divisorie tra i soggetti. 

E non sempre è facile distinguere in maniera netta le intenzioni. E' proprio questo il tema del convegno  “Frizioni Urbane. Governo dei margini e sicurezza dei diritti”  che si svolgerà il 31 ottobre a partire dalle 9 e per tutto il giorno nell'Aula magna del Dipartimento Cospecs dell’Università degli Studi, in Via Concezione 6 (nei pressi della Villa Mazzini). 

Dedicato ai temi del governo della questione sociale urbana e alle ordinanze, l’incontro vedrà protagonisti molti dei migliori ricercatori italiani di questioni urbane e giuridiche. Insieme agli studiosi locali, saranno presenti analisti provenienti dalle università di Bologna, Milano, Bergamo, Salerno e Catania, i quali discuteranno le esperienze di altrettante città e trarranno un bilancio relativo a uno stile di governo generalmente improntato sull’emergenza e la criminalizzazione della questione sociale.

Nel corso del pomeriggio si terrà inoltre una tavola rotonda sul tema “Il governo della questione sociale nella città del Sud”, che avrà come interlocutori alcuni degli studiosi convenuti da differenti università e gli esponenti di quella minuta rappresentanza politica cittadina che, dopo un doveroso invito (rivolto in primo luogo al Sindaco De Luca e alla Giunta comunale, che non hanno però mostrato alcun interesse), ha accettato di confrontarsi col mondo della ricerca per esprimere la propria visione sul governo della città e sui temi della sicurezza.

 Il convegno risponde agli imperativi della cosiddetta “terza missione” universitaria, volta a promuovere l’utilità e la ricaduta sociale della ricerca. In ragione del carattere vivo di questo incontro, la cittadinanza, gli operatori dell’informazione, la società civile e il mondo politico nel suo complesso sono invitati a partecipare già dalla mattinata.

Giornata cospecs, clicca qui per conoscere il_programma completo dell'evento

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Governo dei margini e della sicurezza sociale, il sindaco De Luca a confronto con i ricercatori italiani

MessinaToday è in caricamento