Lunedì, 22 Luglio 2024
Eventi Santa Teresa di Riva

“Il tuo nome è donna – residenza artistica”, successo per la terza edizione ideata e diretta da Campolo con DAF Project

Protagonista del progetto l’attrice Claudia Zàppia, insieme agli attori Antonio Previti e William Caruso. Giuseppe Ministeri: “Puntiamo a un salto di qualità con un progetto regionale di Residenze che partirà nel 2024 e si svilupperà su più Comuni e province”

Si è conclusa la terza edizione del progetto “Il tuo nome è donna – residenza artistica”, ideato e diretto dall’attore e regista messinese Angelo Campolo, grazie al sostegno del Fondo Psmsad INPS, in collaborazione con Daf Project e l’associazione “Messina Tourisme Boureau”.

L’iniziativa, che quest’anno è stata ospitata nel Nuovo Teatro Val D’Agrò di Santa Teresa di Riva, nelle due edizioni precedenti ha visto la collaborazione per il 2020 del Comune di Galati Mamertino e nel 2022 della Città Metropolitana di Messina, CIRS Messina, Posto Occupato e Teatro dei Tre Mestieri.

Questo progetto, che si è sviluppato in una intensa settimana di studio e residenza dedicata al teatro di narrazione, ha visto protagonista l’attrice Claudia Zàppia, insieme agli attori Antonio Previti e William Caruso. 

Nelle prossime settimane è in programma il secondo studio, che porterà al debutto di nuova produzione nel mese di dicembre.

L’attrice messinese, la cui passione per il teatro inizia ai tempi del Liceo Classico “La Farina”, si laurea a Roma nel 2015 in Storia del Teatro presso l’Università la “Sapienza”. Nel 2015 si diploma all’Accademia d’Arte del Dramma Antico di Siracusa, collezionando una serie di importanti e prestigiose collaborazioni. Nel 2019 partecipa al corso di Alta Formazione Casa degli Artisti del Teatro Due di Parma. 

Claudia Zàppia commenta così questa esperienza: “Fare parte di una residenza rappresenta un’esperienza necessaria per un attore. In particolare, il progetto ‘Il mio nome è donna’ ha rappresentato per me un’occasione di crescita personale, un avanzamento di percorso, dandomi la possibilità di cercare e trovare nuove strade per il mio personale percorso creativo. In un momento come questo, fatto di velocità, lo trovo un grande dono”.

Sui futuri progetti di Residenze artistiche promossi da DAF Project, il Direttore Generale Giuseppe Ministeri annuncia: “Dopo questi primi anni positivi, adesso vi sono le condizioni per un deciso salto di qualità che passa innanzitutto da una necessaria programmazione di tale attività. Grazie ai fondi del PNRR Ministero della Cultura, tramite l’Avviso riservato alla rigenerazione dei piccoli Borghi, DAF nel 2024 avvierà un ampio progetto regionale di Residenze, che si svilupperà su più Comuni (Casalvecchio/Antillo/Limina, Assoro, Gratteri e Villafrati) e ben tre province (Messina, Enna e Palermo). Una progettualità - continua il Direttore DAF - di ampio respiro che certamente riscontrerà interesse da parte di tanti operatori, nonché da Regione siciliana e Direzione generale dello Spettacolo dal Vivo”.

Sulla scelta di quest’anno, ovvero di svolgere il progetto di Residenza presso il Teatro Val d’Agrò, Angelo Campolo aggiunge: “Ringrazio Cettina Sciacca per la pronta disponibilità di questo suo bel Teatro che, con tanti sacrifici, ha ristrutturato e rilanciato. Con la nostra Compagnia - continua il Direttore artistico DAF- abbiamo individuato questo spazio quale centro principale delle nostre attività per il 2023. Siamo pronti alle attività di chiusura anno, a partire dalla nostra nuova produzione in vista del Natale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Il tuo nome è donna – residenza artistica”, successo per la terza edizione ideata e diretta da Campolo con DAF Project
MessinaToday è in caricamento