Eventi

Concerto allo stadio, Scattareggia: “Ok, ma sarà l'...Ultimo”

La Vivo Concerti rassicura i fan confermando la data del 15 luglio 2020. Il chiarimento con il responsabile dell'organizzazione e l'assessore. Che avverte: “Nessun'altra autorizzazione verrà rilasciata fino all'affidamento del San Filippo”

Si è svolto oggi l'incontro tra il responsabile dell'organizzazione Giuseppe Rapisarda e l'assessore allo spettacolo Giuseppe Scattareggia per definire i dettagli sul concerto di Ultimo fissato a Messina il 15 luglio 2020.

L'annuncio dell'atteso concerto aveva registrato la presa di posizione del Comune di Messina che fino a ieri non aveva ancora ricevuto una comunicazione formale.

“In seguito alla nota emanata dal Comune di Messina in merito al concerto di Ultimo, la Vivo Concerti  - si legge in una nota dell'organizzazione del cantante - dopo aver contattato ed a lungo interloquito con l'amministrazione comunale di Messina, nonostante la ferrea posizione di quest'ultima, ha chiesto ed ottenuto un incontro ufficiale per domani 16 luglio 2019 tra il responsabile dell'organizzazione Giuseppe Rapisarda e l'assessore allo spettacolo Giuseppe Scattareggia, al fine di discutere sulle modalità di concessione dello Stadio Franco Scoglio, visto che l’iter burocratico è stato avviato ma non ultimato nelle sue pratiche, (come del resto si evince dalla  nota protocollo 160268 del 22 maggio 2019), in merito al  suddetto concerto previsto dall'organizzazione per il 15 luglio 2020 e per il quale qualche giorno fa partiva la prevendita”.

L'incontro servirà per discutere gli aspetti tecnico amministrativi al fine di trovare la giusta soluzione al problema e definire le pratiche burocratiche per la concessione.

“Vogliamo tranquillizzare tutti i fans - conclude la nota - poiché in seguito ai dialoghi telefonici odierni intercorsi con l’assessore Giuseppe Scattareggia (molto sensibile al bene della città e consapevole dell’importanza della realizzazione di tale evento), il concerto dei record di Ultimo del 15 luglio 2020 sarà confermato nella città di Messina, i biglietti acquistati rimangono pertanto  validi e le prevendite sono e resteranno aperte sui canali ufficiali”.

Dopo l'incontro con Rapisarda, anche le rassicurazioni dell'assessore Scattareggia, che si è confrontato col sindaco Cateno De Luca: “In considerazione dell’elevato numero di biglietti già prenotati e per venire incontro anche alle esigenze degli organizzatori - si legge in una nota - nonostante l’Amministrazione comunale avesse già comunicato con nota n. 160268 del 22 maggio 2019 che era in itinere l’esternalizzazione delle procedure dell’impianto in questione attraverso l’imminente pubblicazione dei bandi, si provvederà ad avviare l’iter per il rilascio dell’apposita autorizzazione esclusivamente per tale occasione al fine di garantire il regolare svolgimento del concerto. L’organizzazione ha altresì comunicato che nelle prossime ore provvederà a presentare l’istanza, cui seguiranno le procedure di assegnazione dello stadio per la data richiesta dagli organizzatori. Si precisa infine che nessun’altra concessione verrà rilasciata dall’Amministrazione comunale fino alla conclusione dell’iter di affidamento dello stadio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concerto allo stadio, Scattareggia: “Ok, ma sarà l'...Ultimo”

MessinaToday è in caricamento