rotate-mobile

VIDEO | Gaetano Giunta e lo sviluppo sostenibile: "Ponte sullo Stretto? Una assoluta follia da tutti i punti di vista"

A tu per tu con il fondatore di "MeSSInA", pronto a presentare il piano strategico della Fondazione di Comunità, ente filantropico capace di promuove "un pezzo di paese che profuma di solidarietà, bene comune e bellezza". L'analisi

Sarà presentato giovedì 20 alle 16, al Parco Horcynus Orca di Capo Peloro,  il volume Domani, 2030, Piano Strategico della Fondazione di Comunità di Messina curato da Gaetano Giunta e Francesco Marsico con introduzione di Gaetano Silvestri.

A presentarlo sarà Francesco Profumo, presidente dell’ACRI e già ministro dell’istruzione e a discuterlo rappresentanti del mondo accademico, finanziario e dell’economia sociale.

Piano Strategico della Fondazione di Comunità di Messina al Parco Horcynus Orca

Sarà l’occasione per fare il punto anche sulla Fondazione di Comunità di Messina, da poco divenuta Fondazione MeSSInA. “Questo volume raccoglie due anni di lavoro partecipati, che hanno coinvolto centri di ricerca intellettuali e artisti di tutta Europa” spiega Gaetano Giunta, fondatore e responsabile del piano strategico della Fondazione MeSSInA, Ente Filantropico capace di promuove "un pezzo di paese che profuma di solidarietà, bene comune e bellezza" - come scrive Marsico nella prefazione - il cui acronimo sta per Fondazione delle Comunità del Mediterraneo Sostenibili e Solidali per l’Inclusione e l’Accoglienza nata dieci anni fa e che in questi anni ha dimostrato che uno sviluppo sostenibile sul piano economico, sociale, ambientale, educativo e umano non solo è possibile, ma praticabile. Per combattere le diseguaglianze e contrastare i mutamenti climatici. E con un’attenzione particolare alle fasce più deboli della popolazione.

E proprio sul concetto di sviluppo sostenibile non poteva mancare la domanda sul progetto Ponte sullo Stretto riesumato dal governo Meloni. Giunta, in passato, ha presieduto la commissione comunale che ha fatto la valutazione dell’impatto sociale e ambientale e conosce bene i documenti programmatici del ponte.

“E’ una assoluta follia da qualunque punto di vista si osservi, un fallimento economico annunciato. Non solo ho forti dubbi sulla sua fattibilità tecnica ma comunque non si capisce per quale ragione si dovrebbe sopportare un rischio ambientale e sociale così alto”. Ecco la sua analisi per MessinaToday.

Video popolari

MessinaToday è in caricamento