“Giovani, contaminazione e buona musica”: Marina del Nettuno si prepara per le “Lune di jazz”

La magia della buona musica in uno delle location più dinamiche e belle della città. Cinque appuntamenti da non perdere curati da Giovanni Mazzarino

La magia del jazz in una delle location più belle della città. Un’avventura musicale, tra improvvisazioni da seguire nota per nota. Con un obiettivo e un messaggio: valorizzare i giovani e lanciare forte un monito sull'importanza dell' integrazione e della “contaminazione”, essenza del jazz e risorsa indispensabile di ogni comunità culturalmente vivace.

Una vera e propria operazione culturale dunque che trova spazio grazie ad un “imprenditore illuminato” come Ivo Blandina che ha voluto dar vita a queste serate al Marina del Nettuno insieme al maestro Giovanni Mazzarino. 

La rassegna  “Lune di Jazz” è stata presentata questa mattina, dal direttore artistico Giovanni Mazzarino nella straordinaria cornice del Marina del Nettuno, la stessa che ospiterà le cinque serate gratuite, dal 15 luglio al 12 agosto. Protagonisti gli studenti del Conservatorio di Messina, provenienti da diverse parti della Sicilia, che incontrano in concerto i loro docenti come nella migliore tradizione didattica.

Alla presentazione anche il giornalista Emilio Pintaldi e l'organizzatrice delle serate-evento Sabrina Russo.

“I giovani musicisti di talento- ha spiegato Mazzarino che ha firmato alcune delle più importanti manifestazioni Jazz italiane - hanno bisogno di crescere ed essere motivati, sviluppare la loro creatività attraverso l'arte dell'incontro con chi ha maggiore esperienza e solidità strutturale da un punto di vista culturale.

Tutto questo può avvenire con il concedere loro nuovi stimoli e nuove opportunità. Il Jazz, non la Musica o il genere ma il movimento culturale tra i più importanti del XX° secolo, è patrimonio dell'Umanità per l'Unesco proprio perché contempla i valori dell'integrazione sociale e culturale, dell'incontro, della valorizzazione del talento, costituendo vettore di libertà di espressione, riducendo le tensioni tra individui, gruppi e comunità”. 

Si parte il 15 luglio con Fabio Tiralongo & Andrea Iurianello Quintet. Secondo appuntamento il 22 luglio con Giovanna Magro Quartet, il 29 con Corelli Jazz Sextet ed per finire il 5 agosto con Rossella D'Andrea Feat Francesco Pisano Trio. Tutti gli appuntamenti, alle 21.30. 

Così tutti gli appuntamenti

- 15 luglio - ore 21.30 : Il concerto di apertura è affidato a  due giovani sassofonisti della provincia di Siracusa, Fabio Tiralongo e Andrea Iurianello. I due musicisti hanno al loro attivo collaborazioni di rilievo. Fabio Tiralongo, sassofono tenore, vanta la sua presenza come titolare presso l'Orchestra Nazionale dei Conservatori, collabora con Giovanni Mazzarino, Daniela Spalletta,Cinzia Roncelli, l'HJO band, l'Orchestra residente del Conservatorio A.Corelli di Messina, unisce nel proprio linguaggio virtuosismo e intimismo con eleganza e maturità espressiva. Andrea Iurianello, sassofono contralto e baritono, musicista dal suono caldo e deciso, anche lui membro dell'Orchestra Jazz del Conservatorio di Messina, della HJO band, insieme a Fabio propongono un repertorio "solare" di Jazz degli anni '60, in perfetta sintonia con l'estetica hard bop tout court. 

Il trio a supporto è costituito da giovani talenti già affermati: il messinese  Claudio Palana al pianoforte, Tommaso Pugliese al contrabbasso e Alessandro Borgiaalla batteria

- 22 luglio - ore 21.30: Giovanna Magro cantante siciliana distintasi negli ultimi anni per le sue qualità vocali e la sua grinta, interpreta al meglio il ruolo della  "Jazz Singer" proponendo un repertorio che, in assenza della batteria, risulta essere intimo e confidenziale. Ad interagire con la voce di Giovanna,  la presenza rassicurante del bassista messinese,Aurelio Bandiera e  i giovani talentuosi, Carlo Alberto Proto alla chitarra e Fabrizio Muscolino sassofonista messinese  

- 29 luglio - ore 21.30: Corelli Jazz Sextet è una formazione costituita da docenti e alcuni "studenti leader" dei corsi di Musica Jazz del Conservatorio A. Corelli di Messina: gli emergenti giovani talenti,  Roberto Scolaro al sassofono contralto e il  catanese Andrea Liotta alla batteria. Il gruppo si avvale della partecipazione di uno dei più importanti sassofonisti italiani: Orazio Maugeri, docente di Saxofono Jazz , l'ottimo trombonista Sebastiano Insana  docente di Trombone e Giovanni Mazzarino musicista di fama internazionale che cura la direzione musicale e gli arrangiamenti dell'Ensemble, anch'esso docente di Improvvisazione Jazz presso il Conservatorio di Messina.

- 5 agosto - ore 21.30: Francesco Pisano con il suo trio e Rossella D'Andrea, musicisti messinesi, saranno i protagonisti di un concerto che rende tributo alla canzone popolare americana del Musical di Broadway. Francesco Pisano musicista raffinato e di grande esperienza. Pino Garufi e Stefano Sgrò insieme costituiscono ormai sezione ritmica forte, sicura e affidabile. Rossella D'Andrea, cantante, con il suo timbro interessante e sicuro assieme al trio garantirà un concerto dall'inconfondibile atmosfera Jazz.

- 12 agosto - ore 21.30: La chiusura della rassegna è affidata all'intensa voce della cantante catanese Floriana Pappa. Il quintetto capitanato dalla vocalist siciliana prevede la presenza del navigato e bravo pianista ennese Sirio Di Blasi, che sarà supportato dalla sezione ritmica costituita da dal giovane talento Riccardo Grosso al contrabbasso e Andrea Liotta alla batteria.Al sassofono contralto Roberto Scolaro. Floriana darà vita ad un concerto dedicato ai colori e ai sapori  dell'Africa, quella Musica piena di luce e di groove

Video popolari

“Giovani, contaminazione e buona musica”: Marina del Nettuno si prepara per le “Lune di jazz”

MessinaToday è in caricamento