Giovedì, 21 Ottobre 2021
Mostre Centro

Le icone di Lia Galdiolo a Palazzo Zanca, diciannove capolavori che testimoniano la fede e l'uomo

Un evento da non perdere curato dal nipote Felice Basile che si è impegnato a continuare a trasmettere una grande eredità di famiglia e un patrimonio culturale inestimabile. L'annuncio di corsi di formazione nel santuario di Alì Terme

C'è tempo fino a domani per federe una dolle mostre più belle dell'anno a Messina. Diciannove icone da non perdere espone nell'atrio del Comune di Messina.

Curatore della mostra è Felice Basile, nipote di Lia Galdiolo, straordinaria artista  nata e cresciuta a Padova che oggi vive ad Alì Terme che ha realizzato le icone e che continua a ricevere curiosi e appassionati trasmettendo scienza e sapienza di un'arte antica. Arte che ha trasmesso anche a Basile, cresciuto a pane e icone, ha appreso l'arte fin da piccolo ed oltre ad essere un bravo iconografo a sua volta, vuole ora portare avanti una grande tradizione.

La mostra è stata inaugurata il 24 luglio con una conferenza nel Salone delle Bandiere. Co-organizzatori, l’associazione delle guide volontarie sulle orme di Maria.

Un “patrimonio” artistico e spirituale quello di Lia Galdiolo, che ha imparato da autodidatta con tante esperienze anche nel campo della scultura a cera persa per l'argenteria e l'oreficeria, che sembra abbia trovato dei continuatori.

Proprio in occasione della mostra è stato annunciato anche l’inizio di corsi di iconografia nei quali i docenti saranno Felice Basile e Concetta Basile, ma la “cura” degli stessi sarà quella della Galdiolo ch ha scoperto il filone delle icone dopo i quarant'anni con la riscoperta della fede agevolata forse dalla sorella, monaca di clausura, che la spinge ad una profonda riflessione.

I corsi infatti avranno luogo nel Santuario Maria Ausiliatrice di Alì Terme, nei cui locali sono conservate molte delle icone di lei (per info: 329 0473888).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le icone di Lia Galdiolo a Palazzo Zanca, diciannove capolavori che testimoniano la fede e l'uomo

MessinaToday è in caricamento