rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Eventi Rometta

Rometta, torna la partita a scacchi vivente tra bizantini e saraceni

L'evento in piazza Margherita per ricordare il memorabile evento della caduta dell'ultimo baluardo in Sicilia della Cristianità

Torna la magia degli scacchi viventi a Rometta. L'evento previsto domenica scorsa e rimandato per questioni metereologiche si svolgerà oggi,  domenica 15 maggio, ore 16, nella piazza Margherita. Pedine della singolare partita sono glistessi romettesi divisi fra "bizantini" e "saraceni" con vestitit d'epoca per ricordare il memorabile evento della caduta di Rometta sotto i saraceni.

Sono trascorsi 1057 anni dalla caduta di Rometta, ultimo baluardo in Sicilia della Cristianità, che dopo un lungo assedio, senza arrendersi e dopo che tutti i romettesi periscono, cade sotto i Saraceni. Da quel giorno la storia viene tramandata rendendo omaggio alla resistenza dei cittadini. Era il 5 maggio 965.

Il sindaco Nicola Merlino annuncia il ritorno in vigore di questa tradizione ricordando l'intensa pagina di storia attraverso il libro "Storia dei muslmani di Sicilia": 

"... quando, ormai, i difensori stremati dalla fame e dai continui assalti degli assedianti inviarono fuori dalle mura le donne, i bambini e gli anziani superstiti che furono accolti nel campo nemico. All'alba del 5 maggio gli Arabi, dopo aver offerto la resa ai guerrieri Romettesi e ricevendone il rifiuto, sferrarono l'attacco decisivo alle mura di Rometta. I pochi difensori li accolsero con le armi in pugno: caddero tutti, combattendo. "

"Indietreggiai per amor della vita; ma vita, ah, non sento in petto se non ripiglio l'assalto!

Che le ferite del codardo gli tingano le calcagna. A noi le ferite piovon sangue sulla punta del pie'."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rometta, torna la partita a scacchi vivente tra bizantini e saraceni

MessinaToday è in caricamento