rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Eventi

“I Pesci Dimenticati”, vince la sostenibilità nei ristoranti del Messinese

Concluso il progetto di successo per incentivare la pesca responsabile e promuovere il consumo di specie ittiche meno sfruttate

Grande successo per la fase conclusiva del progetto “I Pesci Dimenticati”, realizzata da Slow Food Isole Slow Siciliane con il sostegno di Blue Marine Foundation e la collaborazione dell’Associazione Pesca Responsabile Isole Eolie.

Il progetto si è articolato in diverse fasi, dalla sensibilizzazione alla promozione, fino al coordinamento della complessa operatività logistica nei ristoranti coinvolti attivamente nel progetto. Negli ultimi tre mesi, infatti, sono stati coinvolti 10 ristoranti, 7 a Milazzo e 3 a Messina, i quali hanno aderito all’iniziativa proponendo ricette molto interessanti e spesso innovative, incentrate sul tema dei “Pesci Dimenticati”, messi a disposizione dai pescatori eoliani che hanno rifornito i ristoranti di diverse specie ittiche troppo spesso “dimenticate”, quali boghe, occhiate e menole. Numeri importanti, ai quali è stata affiancata una minuziosa attività di comunicazione e promozione dei contenuti del progetto, che ha trovato un riscontro numerico importante in termini di visibilità e condivisione tanto sui canali digitali, in particolare modo sull’account Facebook ufficiale della Condotta, quanto nelle attività in presenza all’interno dei ristoranti, occasioni durante le quali è stato possibile apprezzare la bontà delle specie ittiche proposte ma, soprattutto, conoscere direttamente il progetto.  

Proprio questa attività operativa ha permesso di sostenere l’operato dei pescatori artigianali delle Eolie, raggiungendo almeno tre obiettivi principali: il primo è il sostegno di una categoria in difficoltà, che nel periodo invernale soffre per la mancanza di clientela; il secondo è quello di mantenere vivi i saperi di questo antico mestiere, che, proprio perché sempre più discontinuo e meno remunerativo, presenta un altissimo rischio di abbandono; terzo obiettivo raggiunto, ma certo non ultimo per importanza, è la valorizzazione di specie ittiche dal grande valore nutrizionale e gastronomico, pescate con metodi sostenibili. Complessivamente, quindi, Il progetto Pesci Dimenticati è diventato un vero e proprio modello, grazie al quale si è riusciti ad intervenire contemporaneamente sulla sostenibilità di pescatori e pescato, contribuendo ad incentivare la pesca responsabile ed a promuovere il consumo di specie ittiche meno sfruttate e, quindi, maggiormente presenti nei nostri mari.

"È doveroso ringraziare, pertanto- scrive l'organizzazione- tutti i componenti dell’Associazione Pescatori Responsabili Isole Eolie, che hanno garantito la consegna del pescato nonostante le complicazioni dettate dalle particolari condizioni meteorologiche. Si ringraziano, inoltre, i ristoratori che hanno abbracciato il progetto “Pesci Dimenticati”, con entusiasmo, fantasia e grande senso di partecipazione, creando dei piatti e dei menù che hanno dato merito alle specie generalmente non presenti nei loro menù. Da sottolineare, tra l’altro, che in diverse occasioni i pesci sono stati offerti gratuitamente o, comunque, proposti in menù a prezzi convenzionati. Un grazie particolare, infine, da parte di Slow Food Isole Slow Siciliane a Blue Marine Foundation che ha creduto e sostenuto il progetto, facendo sì che tutta la complessa macchina organizzativa, messa in piedi dalla condotta Slow Food Isole Slow, potesse esprimersi al meglio".

Questi i ristoranti di Milazzo e Messina che hanno aderito al progetto. Balice di Milazzo, Civico 147 di Milazzo, Fish Tasting Caravello di Milazzo, Grecale di Messina, LeTrevì di Messina, Macchianera di Milazzo, Marina del Nettuno di Messina, Hostaria San Francesco di Milazzo, Settiti e mancia di Milazzo, Totò passami l’olio di Milazzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“I Pesci Dimenticati”, vince la sostenibilità nei ristoranti del Messinese

MessinaToday è in caricamento