Musica e arte contro l'abbandono del patrimonio culturale di Messina

L'iniziativa del gruppo “No Beni culturali alla Lega Nord - Musumeci dimettiti” in piazza Casa Pia. Riflettori accesi sul recupero di Porta Grazia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MessinaToday

Il gruppo “No Beni culturali alla Lega Nord - Musumeci dimettiti” torna in piazza a Messina. 

L’appuntamento è fissato per oggi 25 luglio, alle 20, in piazza Casa Pia.  Una manifestazione culturale che prevede l’esibizione di artisti locali, l’esposizione di opere d’arte e di artigianato.  L’obiettivo - fanno sapere gli organizzatori - è quello di porre all’attenzione delle istituzioni locali e regionali lo stato di abbandono di una parte rilevante del patrimonio culturale della città di Messina. 

“Questa iniziativa è parte integrante del percorso di mobilitazione regionale partito all’indomani della nomina di Samonà. Ciò che ci unisce è l’amore per la nostra città e la convinzione che la Lega non può e non deve far parte del governo siciliano. Di sicuro non può gestire, né tantomeno valorizzare, la cultura e l’identità di un popolo che ha sempre insultato e di cui non ha mai fatto gli interessi” - dichiara Domiziana Giorgianni, portavoce per la provincia di Messina del gruppo “No Beni culturali alla Lega Nord - Musumeci dimettiti”.

Il percorso di mobilitazione ha già visto scendere in piazza migliaia di siciliani e siciliane il 2 giugno a Palermo, il 12 giugno a Milazzo e Barcellona in occasione della visita di Salvini e il 27 giugno a Catania. Nella città di Messina la protesta si sta concretizzando con l’attivazione di tanti giovani e meno giovani per la difesa del patrimonio culturale e artistico attraverso la sua valorizzazione.

“Tra gli obiettivi che ci siamo posti c’è quello di sollecitare le istituzioni ad attivarsi al più presto nella riqualifica di Porta Grazia, un pezzo importantissimo della nostra storia abbandonato e vandalizzato. Ma vogliamo anche ridare dignità alla parte meno rilevante della piazza attraverso delle opere di street art che saranno realizzate nell'immediato futuro. Abbiamo, quindi, presentato un progetto al Comune di Messina e attivato una raccolta fondi per acquistare i materiali necessari” - continua Giorgianni  

L’appello è rivolto a cittadini, realtà politiche e sociali, associazioni e rappresentanti delle istituzioni che hanno a cuore la difesa del patrimonio culturale e la valorizzazione degli spazi abbandonati.  “Abbiamo bisogno del supporto di tutti. Ogni contributo sarà prezioso per la realizzazione del nostro progetto. Sarà possibile lasciare un contributo anche sabato in piazza” - conclude Giorgianni

L’iniziativa si svolgerà oggi, 25 luglio, a partire dalle ore 20:00. Si esibiranno i seguenti musicisti: Roberto Cavallaro, Alessandro Capurro (in arte Novo), Jacopo Genovese, Francesco Papalia e Luciano Panama. Esporranno invece le loro opere di arte e artigianato: Marcella Cilona, Emiliano Martino, Alessandra Giorgianni e Christian Lisciotto, Daniele Commito, Mario Caristi, Giorgio Corriera e Gabriele Ingrassia.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento