Martedì, 19 Ottobre 2021
Eventi

Play the Game, al Teatro Vittorio Emanuele la scuola per sfornare talenti

Arriva un talent show promosso dall’Ente Teatro per scoprire e lanciare artisti nel campo del musical. Iscrizioni entro il 30 giugno, le selezioni partiranno a settembre. Così il bando

Troppi talent, pochi artisti? E' proprio vero che l'overdose di musicanti e attori che affollano trasmissioni ad hoc rischiano di far perdere qualità allo spettacolo. Si potrebbe risponde di no subito, dopo l'ultima esperienza ad “Amici” che ha incoronato il giovane messinesi tenore, Alberto Urso. Ma la risposta arriva anche dall'Ente Teatro di Messina che con il nome “Play the Game” sta lanciando un nuovo talent promosso proprio dall'Ente teatro per scoprire e lanciare artisti nel campo del musical.  La presentazione stamattiva nel Foyer del Vittorio. Alla conferenza stampa, durante la quale è stato presentato anche l’ultimo spettacolo della stagione “La Vedova Allegra”, oltre il sovraintendente Gianfranco Scoglio anche il direttore artistico della sezione musica Matteo Pappalardo, il direttore  M° Giuseppe Ratti, il regista Victor Carlo Vitale, il soprano Maria Francesca Mazzara, il tenore Federico Veltri, Giancarlo Ratti e i cast artistico dell’operetta. 

Al Teatro Vittorio Emanuele,  a partire da settembre,  le selezioni dunque a caccia di talenti con età compresa tra i 16 e i 30 anni, da cui prenderà il via un vero e proprio talent show musicale che si strutturerà attraverso due fasi casting e gara live somigliando in tutte le sue parti ad un vero e proprio format televisivo.  

Il programma prevede 13/14 puntate di Prime Time in teatro,5/6 puntate dedicate alle audizioni e selezioni degli artisti che verranno  trasmesse in streaming nei social, 8,9 rappresentazioni di spettacoli antologici. 
Ci saranno quindi  le auditions, in cui 50  sfidanti si esibiranno davanti ai giudici e non mancheranno le gare live che coinvolgeranno solo i 20 migliori talenti,che saranno inseriti dai coach in spettacoli antologici da rappresentare in teatro. Accanto ai temuti giudici-mentori delle due squadre che valuteranno le capacità artistiche dei concorrenti, ci potrà essere anche un giudice extra, un noto personaggio del mondo dello spettacolo. Le sfide tra le due squadre avversarie continueranno fino alla fase finale, in cui  i cinque artisti sopravvissuti si giocheranno la partita finale, infatti solo i quattro artisti più votati dal pubblico e dalla commissione per ogni sezione conquisteranno la vittoria e potranno accedere ad una borsa di studio in enti accreditati per la formazione del musical. Tra questi, già confermata , la partecipazione del Teatro di Roma e di altri enti pubblici e privati.

«Più che di un talent si tratta di un vero e proprio laboratorio  creativo, attraverso cui gli artisti selezionati saranno formati grazie all’ausilio di professionisti del settore nel campo della musica, del teatro e della danza,del canto e della prosa  al fine di creare una compagnia permanente del teatro.– ha dichiarato il sovraintendente Gianfranco Scoglio – Play the game vuole avvicinare i giovani alla lirica e  aprire il teatro e il territorio all’arte con lo scopo di dare un’identità siciliana a questo teatro. A questo scopo - ha aggiunto il sovraintendente - abbiamo offerto al maestro Urso la possibilità di partecipare all’iniziativa con un omaggio a Freddy Mercury attraverso una contaminazione tra lirica e pop».

È possibile partecipare al bando di concorso, disponibile nel sito del Teatro Vittorio Emanuele, entro il 30 giugno.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Play the Game, al Teatro Vittorio Emanuele la scuola per sfornare talenti

MessinaToday è in caricamento