Galati Mamertino, torna il premio letterario Nino Ferraù: quaranta scrittori candidati

Nel paese natale de poeta, la terza edizione di un appuntamento che valorizza il territorio e le sue eccellenze. L’evento finale nel quartiere “Ruttigghiu”

Giorgio De Chirico mentre scrive alcune dediche a Nino Ferraù

Ritorna, dopo la seconda fortunata edizione, il premio letterario “Nino Ferraù” organizzato dall’Amministrazione Comunale di Galati Mamertino, paese natale del poeta. Una personalità, quella di Ferraù, che ha varcato i confini del suo luogo d’origine e dell’intera Sicilia, per approdare in oltre 600 pubblicazioni tra enciclopedie, antologie e saggi critici.

Fondatore della corrente poetica “ascendentismo”, di tendenza antidecadentistica ed antiermetica, Ferraù la compendiò in un manuale di 365 massime che Virgilio Brocchi definì “una miniera di gemme e una fonte di rivelazioni”. A conoscerlo e apprezzarlo fu perfino Benedetto Croce, il quale ne scrisse in questi termini: “così carico di lavoro come sono non pensavo di poter riuscire a leggere i tre volumi di Nino Ferraù, cortesemente inviatimi. Ma la lettura della prima pagina mi ha costretto a leggere tutto il suo volume, e la lettura del primo volume mi ha incoraggiato a leggere tutti gli altri (…) Questo giovane è molto più vecchio dei suoi anni; una sete di universale lo distingue e lo trasfigura. Per questo io ammiro (…) il coraggio, la sincerità e la passione che il Ferraù dimostra nelle sue lotte” (Napoli, 1948).

Ferraù diresse inoltre per oltre trent’anni la rivista “Selezione Poetica”, organo ufficiale dell’Ascendentismo da lui fondata, e fu autore di numerose pubblicazioni di poesia, narrativa, filosofia e critica d’arte. La sua sola produzione poetica ammonta a quasi 150.000 versi.

Quasi quaranta gli elaborati inviati al comitato scientifico composto dai docenti universitari Cosimo Cucinotta, Giuseppe Rando, Giuseppe Fontanelli e Lucrezia Lorenzini e dai critici e giornalisti Anna Maria Crisafulli Sartori e Giuseppe Ruggeri. L’evento finale, in cui verranno premiate le tre poesie vincitrici, si svolgerà sabato 14 settembre nella suggestiva cornice del quartiere “Ruttigghiu”, nel pieno centro storico di Galati Mamertino. La “soiree” verrà allietata dalle note del flautista Calogero Giallanza accompagnato dall’arpa di Laura Vitale, voci recitanti Gianni di Giacomo e Cinzia Scaglione. A curare l’organizzazione, i docenti Antonio Baglio e Luciano Armeli Iapichino.  

Manifestazioni come il premio nazionale “Nino Ferraù” costituiscono, come ben si può comprendere, un importante volano di crescita culturale ed economica del nostro territorio. Nel segno delle eccellenze che formano il tessuto portante di una rete tesa tra la Sicilia e il resto del mondo. E Nino Ferraù è indubbiamente una di queste eccellenze.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anziana picchiata, derubata e violentata: fermati due minori da “Arancia meccanica”

  • Fiamme alla Raffineria di Milazzo, torna la paura

  • Clan di Giostra senza regole, la moglie del boss al figlio: "L'hai fatta grossa, vattene via da Messina"

  • Un detenuto si suicida e un agente rischia di morire strangolato, l'inferno dell'Ottavo reparto all'ex Opg

  • In bagno con i topi, è guerra sulla sicurezza al consorzio autostrade dopo la multa a Minaldi

  • Pronto soccorso per i disturbi della psiche, arriva uno sportello h24

Torna su
MessinaToday è in caricamento