rotate-mobile
Lunedì, 8 Agosto 2022
Eventi

Un progetto scolastico per la mia città: le 4 R per salvare l’ambiente

Presentata l'iniziativa per avviare la campagna di sensibilizzazione degli studenti sul tema del riciclo dei rifiuti

Si chiama “Un progetto per la mia città: le 4 R per salvare l’ambiente” l'iniziativa presentata nella sede dell’Associazione Motonautica e Velica Peloritana nata dalla collaborazione  tra Lions Club Messina Tyrrhenum e Città Metropolitana di Messina per avviare la campagna di sensibilizzazione degli studenti sul tema del riciclo dei rifiuti. L’obiettivo è quello di affrontare il problema dell'inquinamento  spiegando il significato delle “4R - riduzione, riciclo, riutilizzo e recupero”, con un approfondimento sugli impatti ambientali, per una più dettagliata comprensione del fenomeno causa-effetto.

Il progetto, che si inserisce nell’ambito delle cause umanitarie globali intraprese per la protezione dell'Ambiente dai Lions Clubs International, prevede l’attuazione di un protocollo per promuovere la sensibilizzazione e l’educazione degli studenti sulla “legalità ambientale” ed alla sua divulgazione. Nel corso del meeting  è stato presentato il video realizzato dal Lions Club Messina Tyrrhenum, con la supervisione del regista messinese Fabio Schifilliti, e prodotto in collaborazione con la Città Metropolitana di Messina e Messinaservizi Bene Comune S.p.A..

Alla presentazione sono intervenuti i dirigenti degli Istituti scolastici delle scuole primarie e secondarie di Messina che hanno sottoscritto con il Club il protocollo “Le 4 R per salvare l’Ambiente”. Alla serata hanno preso parte fra gli altri il presidente del Lions Club Messina Tyrrhenum, Giuseppe Vadalà Bertini; il dirigente all’Ambiente della Città Metropolitana di Messina, Salvo Puccio; il responsabile del nodo Infea, Giuseppe Cacciola;  la già dirigente della Provincia di Messina, oltre che socia del Club e già delegata al tema “Le 4r per salvare l’ambiente” anno 2020/2021, Silvana Schachter; la componente del Comitato distrettuale stipula ed attivazione protocolli e socia del Club, Rosa Torre; la collaboratrice amministrativa della start up “Ohoskin s.r.l.”, Erica Antoci.

“Abbiamo immaginato di realizzare un’iniziativa rivolta ai giovani ma non solo a loro- ha dichiarato il presidente del Lions Club Messina Tyrrhenum, Giuseppe Vadalà Bertini- più in generale è rivolta a tutti perché oggi più che mai è importante comprendere che un futuro migliore passa dalla tutela dell’ambiente. Mostrando  alcune fasi del riciclo dei rifiuti il dirigente all’Ambiente della Città Metropolitana di Messina Salvo Puccio ha sottolineato come il materiale, ritenuto “rifiuto” ha invece tante destinazioni. Ed è molto educativo – ha aggiunto- mostrare ai giovani questo processo di lavoro dei rifiuti".

La delegata al tema “Le 4r per salvare l’ambiente” anno 2020/2021 Silvana Schachter ha auspicato di ricevere tante domande dai ragazzi che i  Lions incontreranno nel corso dei loro incontri nelle scuole. “Sono loro – ha detto- che avranno il compito di far dimenticare i danni compiuti dalle generazioni precedenti.” Parlando del progetto il responsabile del nodo INFEA Giuseppe Cacciola ha evidenziato come questo per scelta parta proprio “dal basso ovvero dai più piccoli. I bambini non hanno sovrastrutture -ha aggiunto- e capiscono subito, meglio degli adulti l’importanza dell’ambiente".

Ha preso poi la parola la componente del Comitato distrettuale stipula ed attivazione protocolli e socia del Club Rosa Torre. “Nell’ambito del progetto  le scuole rappresentano un punto di arrivo, ma anche di partenza – ha detto- ciò ha permesso la realizzazione del video divulgativo delle 4R, la stipula dei protocolli per creare un collegamento stabile,  obiettivi comuni e una programmazione in favore della  causa umanitaria globale LCI Ambiente, con  la donazione di compostiere, la piantumazione degli alberi, conferenze nelle scuole,  attività pratiche che dimostrano come economia e ambiente si possono coniugare creando una  cultura della salvaguardia dell’ambiente”. Alla serata era presente la collaboratrice amministrativa della  “Ohoskin s.r.l.” Erica Antoci una start up innovativa che ha creato un materiale bio-based a partire dai sottoprodotti industriali di arance e ficodindia. “La nostra idea d’impresa – ha dichiarato – che ha già trovato vasti consensi, serve anche a fermare la mattanza sugli animali per ottenere la pelle necessaria da utilizzare per la realizzazione di tanti materiali.”
Lino Spadaro presidente di Zona 7 ha rivolto un plauso all’iniziativa avviata dal Lions Club Messina Tyrrhenum in sinergia con la Città Metropolitana di Messina.

La professoressa Lucrezia Lorenzini presidente della Circoscrizione 3 ha poi posto l’attenzione sulla giornata mondiale del riciclo (celebratasi venerdì 18 marzo) “Una giornata importante e non solo simbolica – ha dichiarato- che pone all’attenzione le mutazioni di tanti territori subiti in questi anni di poca attenzione all’ambiente.”I lavori sono stati conclusi dal PDG  Franco Freni Terranova il quale ha sottolineato l’importanza del progetto e del messaggio che attraverso esso giungerà alle  nuove generazioni, che non hanno colpe – ha aggiunto- di quanto fatto erroneamente dalle generazioni precedenti".

Il progetto di Educazione Ambientale è destinato a tutte le scuole primarie e secondarie di primo grado del capoluogo peloritano ed è stato approvato dalla Città Metropolitana di Messina con determina n. 266 del 13 maggio 2021, nell’ambito dei progetti ambientali del Nodo INFEA e Agenda 2030. I primi Istituti ad aver sottoscritto il protocollo sono stati il “Maurolico”, dirigente Giovanna De Francesco, l’ “Archimede”, dirigente Laura Cappuccio, e il “Vittorini”, dirigente Giovanni Maisano. Successivamente si sono aggiunti: “Battisti-Foscolo”, dirigente Alessandra Minniti; “S. Margherita”, dirigente Fulvia Ferlito; “Cannizzaro-Galatti”, dirigente Giovanna Egle Candida Cacciola; “Tremestieri”, dirigente Giuseppina Broccio; “Antonello”, dirigente Laura Tringali; “Albino Luciani”, dirigente Grazia Patanè.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un progetto scolastico per la mia città: le 4 R per salvare l’ambiente

MessinaToday è in caricamento