Martedì, 15 Giugno 2021
Eventi

Progetto Messina, ripartiamo dal porto

Rotte commerciali, indotto economico e promozione turistica. Evento organizzato dal Lions Club Messina Ionio e dall'Università col presidente Paolo Mega

Ricominciare dal Porto di Messina, provare non solo a rievocare ma a fare rivivere quel secolo magico, l'Ottocento, in cui la città è stata protagonista nel variegato panorama economico mondiale. Grazie proprio al porto. E' l'obiettivo presentato ieri in conferenza stampa alle 10 nel salone delle bandiere del Comune di Messina alla presentazione dell'evento organizzato dal Lions Club Messina Ionio e dall'Università sul porto di Messina. L'evento, programmato per il 24 gennaio in Aula Magna Universitaria, è stato illustrato da organizzatori e relatori che ne hanno delineato le direttrici principali.

Dal professore Filippo Grasso, responsabile scientifico del convegno, che ha definito il porto un vero e proprio attrattore turistico alla presidente del Lions Club Messina Ionio, Francesca Scilio che ha  collocato l'evento all interno del Service La Sicilia da oggetto a soggetto di sviluppo.

Rotte commerciali, indotto economico e promozione turistica alla base dell'idea che dal porto, origine stessa dell'identità cittadina, debba ripartire il "progetto Messina". Il porto ha da sempre rappresentato per la nostra città fonte di ricchezza sia economica che culturale. Gli scambi commerciali che nei secoli hanno visto protagonista il nostro porto, hanno permesso alla città ma anche a tutta la Sicilia una grande risorsa sotto svariati punti di vista. Oggi le potenzialità del porto di Messina è un argomento molto dibattuto poiché, essendo Messina una città a vocazione marittima, potrebbe rappresentare un’occasione di rilancio del territorio, grazie anche al notevole flusso crocieristico presente ormai da diversi anni.

Presente all'incontro, tra gli altri, il presidente dell'Autorita Portuale ingegnere Paolo Mega che ha sottolineato l'importanza di rendere la zona portuale un luogo di attrazione per cittadini e turisti attraverso un'adeguata riqualificazione logistica così come è avvenuto a Genova e in altre città di mare italiane. ” L’autorità portuale - ha spiegato Mega -  può favorire il  turismo crocieristico attraverso la  creazione di  servizi, il potenziamento di infrastrutture  ma è necessario trovare la giusta sinergia con le istituzioni cittadine. L’autorità portuale sta già lavorando in questa direzione promuovendo incontri e riunioni per sollecitare la creazione di un’organizzazione turistica”.

Daniele Schillirò, docente di economia ha lamentato la scarsa sensibilità istituzionale a porre in essere seri propositi di rilancio dell'area portuale mentre Rosario Terranova si è soffermato sulla necessità di rendere la città più vivibile anche mediante una seria politica di sfruttamento della vocazione naturale marinara di Messina. Senza dimenticare, come ha sottolineato Giuseppe Ruggeri, che tutto questo non può prescindere dalla riacquisizione della nostra memoria storica che ha visto, nei secoli passati, una città provvista di porto franco con le connesse ricadute economiche e di pubblico prestigio. Una città che ha vissuto sul suo porto costruendovi il proprio tessuto sociale e la ricchezza dei suoi abitanti.

Il convegno di venerdì 24, promosso in collaborazione con l’Università degli studi di Messina, Regione Siciliana assessorato Turismo Sport e Spettacolo e l’Autorità di Sistema portuale dello Stretto, vedrà come relatori: Salvatore Bottari,  associato di storia moderna presso il dipartimento di civiltà antiche e moderne, Daniele Schillirò, associato di economia politica, dipartimento di economia, Ettore Gentile, segretario generale  Autorità Portuale dello Stretto, Pino Falzea presidente Ordine Architetti, Francesco Triolo, presidente Ordine Ingegneri e Rosario Terranova, coordinatore per la 3 circoscrizione (area ionica) del tema di studio distrettuale Lions “La Sicilia da oggetto a soggetto di sviluppo”, le considerazioni finali verranno tratte dal prof Filippo Grasso a moderare sarà il medico e giornalista Giuseppe Ruggeri il quale presenterà anche il libro “Viaggiatori in Sicilia” curato dal professore Felice Irrera in cui sono state raccolte le testimonianze di celebri viaggiatori del passato che hanno parlato del nostro porto.  Porgeranno un indirizzo di saluto il rettore, Salvatore Cuzzocrea, il sindaco Cateno De Luca, l’assessore al turismo Regione Sicilia, Manlio Messina, il delegato del rettore per i rapporti con il territorio Roberto Montanini, la presidente del Leo Club Messina Ionio Rossana Rizzo. Introdurrà i lavori la presidente del Lions Club Messina Ionio Maria Francesca Scilio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progetto Messina, ripartiamo dal porto

MessinaToday è in caricamento