Eventi

Dal Taormina Film Fest a Tao Arte, i grandi nomi pronti a sbarcare nella perla dello Ionio

Si parte con il Gala Pavarotti Forever e poi stelle internazionali dello spettacolo fino ad agosto. Il programma completo

"Si continua nel solco del prestigio e del rispetto dei monumenti culturali che non possono che arricchire  l’identità di una regione come la nostra. Continuiamo a lavorare per la Sicilia", con queste parole il presidente della Regione Renato Schifani  ha aperto questa mattina, 7 giugno, in diretta dalla  Sala Alessi Palazzo d'Orleans della Presidenza Regione Siciliana, la conferenza stampa di presentazione di Tao Arte e del Taormina Film Festival organizzati dalla Fondazione Taormina Arte Sicilia che riparte più forte di prima  e che punta sulla valorizzazione del territorio a 360°. Una Sicilia , e in questo caso Taormina, da promuovere attraverso il suo biglietto da visita più importante: la  sua terra dalla bellezza senza eguali.

 “Siamo qua per presentare questo importante e completo cartellone artistico di livello. Un impergno del maestro e direttore artistico Beatrice Venezi- ha aggiunto l'assessora regionale turismo, sport e spettacolo Elvira Amata- la cosa che mi rende più orgogliosa è  riprendere la produzione del  festival del cinema. Ci crediamo moltissimo e crediamo che questo possa creare un indotto turistico".

Un inizio per rilanciare Taormina in poco più di due mesi che partirà dal 23 giugno al 1 luglio attraverso la presentazione di produzioni di portata nazionale e internazionale. L'obiettivo è anche quello di incrementare il numero di produzioni che decidono di girare in Sicilia dove la luce e il numero delle giornate in cui poter girare in esterno oltre che l'incanto dei suoi territori hanno già fatto innamorare molti registi.

La Fondazione Taormina Arte riaccende dunque  i motori e lo fa in sinergia con le istituzioni e soprattunto puntando sul  turismo come valvola di sviluppo del territorio attraverso il cinema.  La co-direzione artistica è firmata da Beatrice Venezi e Barrett Wissman (anche direttore esecutivo del festival cinematografico).

Il programma 

Si parte con il Taormina Film Festival dal  23 giugno al 1 luglio. “Questo festival ha tutti gli ingredienti per essere una cosa molto importante- ha dichiarato  Barrett Wissman- il primo è che abbiamo la squadra di governo, la sovraintendente e Beatrice Venezie  questo  è molto importante. Il secondo è che abbiamo il posto il teatro Antico , il terzo è la storia dell’evento stesso. Vogliamo far diventare Taormina il posto in cui si fanno le cose importanti".

La stagione estiva si aprirà ufficialmente venerdì 23 giugno, sarà il Gala Pavarotti Forever, realizzato in collaborazione con la Fondazione Luciano Pavarotti, presieduta da Nicoletta Mantovani, che porterà sul palco colleghi e amici di “Big Luciano” a interpretare pagine prestigiose della storia della musica e nel quale saranno proiettate anche inedite immagini di backstage. Tra gli ospiti Placido Domingo, Marcelo Álvarez, Vittorio Grigolo, Aida Garifullina, Mario Biondi, Andrea Griminelli, e una nuova generazione di giovani artisti promossi e sostenuti dalla Fondazione Pavarotti: il soprano Giulia Mazzola, i tenori Giuseppe Infantino e Paolo Nevi, il baritono Ettore Lee. A dirigere la Taormina Art Festival Orchestra sarà il M.o Beatrice Venezi.

A seguire, sullo schermo del Teatro Antico, verrà proiettato il documentario di Leonardo Metalli Voglio vivere così… e felice Canto!, speciale su Pavarotti girato tra l'Italia e gli Stati Uniti, già campione di ascolti su Rai 1, con immagini e video esclusivi della sua vita fuori dalle scene,  tra pittura, arte culinaria e la grande simpatia che lo rendeva un personaggio unico ed inimitabile. Tra le curiosità del film, le testimonianze di tutti i suoi amici più cari nei racconti delle sue più esaltanti avventure, e i backstage delle prime prove in assoluto e del debutto della sua creatura più riuscita dopo il Pavarotti and Friends, “I tre tenori”, con Placido Domingo e Josè Carreras diretti da Zubin Metha.

Le anteprime dei film al Taormina Film Fest saranno concentrate nelle serate in programma al Teatro Antico. Si parte sabato 24 giugno con il film Lo Sposo Indeciso che non poteva (o forse non voleva) più uscire dal bagno, un’anteprima assoluta per la regia di Giorgio Amato e con un nutrito cast di attori italiani tra cui Gianmarco Tognazzi, Ilenia Pastorelli, Stefano Pesce, Francesco Pannofino, Ornella Muti e Claudia Gerini. Una commedia dal sapore agrodolce che vede protagonisti un filosofo di fama internazionale e una bellissima ragazza delle pulizie che, nonostante le enormi differenze sociali e culturali, decidono di sposarsi, inconsapevoli che sul loro amore incombe una terribile maledizione pronta a scatenarsi proprio il giorno delle nozze. Il film è una produzione Europictures con Adler Entertainment e MG Production.

Domenica 25 giugno l'ultimo capitolo dell'iconico franchise di Indiana Jones, Indiana Jones e il Quadrante del Destino, sarà presentato in anteprima italiana a Taormina.  Il lungometraggio Lucasfilm Indiana Jones e il Quadrante del Destino arriverà il 28 giugno nelle sale italiane, diretto da James Mangold con una sceneggiatura scritta da Jez Butterworth & John-Henry Butterworth e David Koepp e James Mangold, basata sui personaggi creati da George Lucas e Philip Kaufman, il film è prodotto da Kathleen Kennedy, Frank Marshall e Simon Emanuel, mentre Steven Spielberg e George Lucas sono i produttori esecutivi. La colonna sonora è composta ancora una volta da John Williams, che ha firmato le musiche di ogni avventura di Indiana Jones, a partire dall'originale I predatori dell'arca perduta nel 1981. La nuova epica e travolgente avventura del leggendario eroe archeologo vede recitare, accanto a Harrison Ford, Phoebe Waller-Bridge, Antonio Banderas, John Rhys-Davies, Shaunette Renée Wilson, Thomas Kretschmann, Toby Jones, Boyd Holbrook, Olivier Richters, Ethann Isidore e Mads Mikkelsen.

Lunedì 26 giugno prima europea per il debutto della regista A.V. Rockwell, A Thousand And One, già premiato al Sundance Film Festival. Protagonista assoluta la superstar musicale Teyana Taylor nei panni di una donna libera e impenitente che rapisce il figlio di sei anni dal sistema di affidamento per recuperare il senso di una casa, identità e stabilità con le difficoltà di una metropoli, New York, in rapido cambiamento.

Martedì 27 giugno  il pubblico giovane, grande atteso per questa edizione del festival, potrà ritrovare alcune dei più famosi talent e celebrities del mondo dei social media al loro primo incontro con l’arte cinematografica: nell’ambito della serata denominata Influential Shorts e curata da Bella Thorne, saranno mostrati, alla presenza degli stessi artisti, i nuovi cortometraggi diretti da Bella Thorne (Paint Her Red), Nina Dobrev (The one), Khaby Lame, Jacqueline Fernandez, Amanda Cerny, Adriana Lima, Barbara Palvin e altri “special guest” a sorpresa.

Mercoledì 28 giugno in prima assoluta verrà proiettato il film Billie’s Magic World, per la regia di Francesco Cinquemani, una produzione italiana firmata da Santo Versace e Gianluca Curti, con interpreti di eccezione tra cui Alec Baldwin, William Baldwin, Mia McGovern Zaini, Elva Trill e Valeria Marini. Si tratta di una favola per bambini che vede per la prima volta insieme sul set i due fratelli Baldwin, con i quali Cinquemani lavora da anni. L’opera si avvale anche di animazioni e cartoni animati e registra, nella sua versione in lingua originale, la voce di Johnny Depp, per il magico pupazzo Johnny “Puff”, riprodotto con le esatte fattezze di Depp, che salverà i bambini dalle pericolose mire del perfido mago Lord Domino. 

In seconda serata, arriva in prima assoluta Cattiva Coscienza, la nuova commedia di Davide Minnella dove le nostre coscienze vivono nel Mondo Altro e sono scoraggiate, demotivate e inascoltate. Tutte, tranne una. Otto è la migliore coscienza d’Italia perché Filippo, il suo ‘protetto’, lo segue ciecamente, garantendogli punteggi clamorosi. Almeno finché, alla vigilia del suo matrimonio, Filippo si scopre represso, e decide di disobbedire alla sua coscienza, perché si è innamorato di un’altra, una ragazza di nome Valentina. Otto non ha altra scelta che scendere sulla Terra per farlo tornare in sé. Peccato che, da vicino, il confine tra Bene e Male sia molto più difficile da vedere: fare gli Esseri Umani è un lavoro complicatissimo, soprattutto se c'è di mezzo l'amore. Il film, prodotto da Fulvio e Federica Lucisano, è una produzione Italian International Film - Gruppo Lucisano in collaborazione con Vision Distribution e Sky e sarà distribuito in Italia e nel mondo da Vision Distribution. Nel cast Francesco Scianna, Filippo Scicchitano, Matilde Gioli, Beatrice Grannò, Giovanni Esposito, Caterina Guzzanti, Gianfranco Gallo, Alessandro Benvenuti, Francesco Motta e con Drusilla Foer.

Giovedì 29 giugno il festival ospita ben tre novità cinematografiche: in prima europea il documentario Little Richard: I Am Everything della regista Lisa Cortès, che racconta una leggenda del rock n' roll ripercorrendo, attraverso numerose testimonianze e filmati di archivio, il mondo interiore di Richard e la storia della sua vita attraverso tutte le sue contraddizioni.

In prima assoluta il Teatro Antico ospita I Peggiori Giorni di Edoardo Leo e Massimiliano Bruno, film a episodi che prosegue l’idea di raccontare alcune delle occasioni festive che segnano le tradizioni e le vite degli italiani già sperimentata con successo nel precedente I migliori giorni. Prodotto da Fulvio e Federica Lucisano, è una produzione Italian International Film - Gruppo Lucisano e Vision Distribution in collaborazione con Sky e sarà distribuito in Italia e nel mondo da Vision Distribution. Nel cast Edoardo Leo, Massimiliano Bruno, Anna Foglietta, Renato Carpentieri, Fabrizio Bentivoglio, Giuseppe Battiston, Claudia Pandolfi, Anna Ferzetti, Neri Marcorè, Ricky Memphis, Rocco Papaleo e Giovanni Storti: i personaggi si dovranno stavolta cimentare con le festività rispettivamente di Natale, Primo maggio, Ferragosto e Halloween.

A seguire, in prima europea e direttamente dal Sundance Festival arriva Divinity, un visionario thriller fantascientifico dal look retrò diretto da Eddie Alcazar e prodotto da Steven Soderbergh, interpretato da un cast particolarissimo che include Stephen Dorff, Bella Thorne, Karrueche Tran, Moises Arias, Emily Willis e Scott Bakula. “Divinity” è un siero rivoluzionario creato da un magnate per cercare l'immortalità; il figlio dello scienziato viene rapito da due fratelli che nel frattempo vengono sedotti da una donna e intraprendono un viaggio alla scoperta di se stessi. Un'opera dall'approccio multi-tecnico in cui la narrazione visiva è un’esplorazione di territori cinematografici sconosciuti. Il regista Eddie Alcazar e gli attori Karrueche Tran e Moises Arias saranno presenti alla proiezione.

Venerdì 30 giugno, in prima italiana, si proietta Jean Du Barry il film della regista, sceneggiatrice e attrice francese Maïwenn che la vede co-protagonista insieme a Johnny Depp di un dramma liberamente ispirato alla vita dell'ultima amante di Luigi XV alla corte di Versailles. Jeanne Vaubernier, una giovane donna della classe operaia affamata di cultura e piacere, usa la sua intelligenza e il suo fascino per salire uno dopo l'altro i gradini della scala sociale, diventando la favorita del re Luigi XV che, ignaro del suo status di cortigiana, riacquista attraverso di lei il suo appetito per la vita. I due si innamorano perdutamente e contro ogni decoro ed etichetta, Jeanne si trasferisce a Versailles, dove il suo arrivo scandalizza la corte.

L’ultima serata del festival, Sabato 1° luglio, accoglierà l’evento speciale dedicato ai Nastri d'Argento con la premiazione al Teatro Antico de La stranezza di Roberto Andò, 'Film dell'anno' per i Giornalisti Cinematografici Italiani. I Nastri andranno al regista e Roberto Andò anche sceneggiatore del film con Massimo Gaudioso e Ugo Chiti, ad Angelo Barbagallo (Bibi Fim) e Attilio De Razza (Tramp Limited) produttori con Paolo Del Brocco (Rai Cinema) e Giampaolo Letta (Medusa) e ad un trio di interpreti eccezionali come Toni Servillo, Salvo Ficarra e Valentino Picone. Uno speciale apprezzamento collettivo andrà inoltre, nel cast, alla più giovane protagonista, Giulia Andò e alla squadra artistica e tecnica di altissima qualità per un film che ha sancito il grande ritorno in sala del cinema italiano con un racconto originale e colto che coniuga cultura e intrattenimento. Con loro sul palco del Teatro Antico anche la Presidente dei Giornalisti cinematografici Laura Delli Colli con il Direttivo Nazionale che assegna i Nastri d’Argento.

Nel corso della serata è prevista inoltre la consegna del Premio Nino Manfredi, giunto alla sua decima edizione e assegnato dai Giornalisti Cinematografici in accordo con la famiglia Manfredi. Un prestigioso riconoscimento che va ogni anno ad un talento artistico, non solo nella commedia, per celebrare il grande Nino a Taormina, luogo con cui aveva un legame speciale. Durante i sette giorni di programmazione del Taormina Film Fest, vi saranno, in orario meridiano e pomeridiano, ulteriori significative novità, con proiezioni dislocate tra il Palazzo dei Congressi e la Casa del Cinema e Masterclass organizzate tra Casa Cuseni e l’Hotel Timeo.

È in programma una speciale retrospettiva sulla carriera del regista John Landis, con film selezionati dallo stesso Landis, che metterà in evidenza i lavori del maestro della commedia cinematografica, oltre a film diretti da amici e colleghi. Landis sarà presente alle presentazioni e terrà una masterclass durante il festival dal titolo “La commedia al cinema”, il 26 giugno, mentre Deborah Nadoolman Landis verterà la sua masterclass il 29 giugno sul tema “Costume, non moda: l’abbigliamento nella narrazione cinematografica”. Questi i cult movies che omaggeranno l’arte di Landis: Trading Places (1983); The Blues Brothers (1980); An American Werewolf In London (1981); National Lampoon’s Animal House (1979); Coming To America (1988); Three Amigos (1986); Spies Like Us (1985); Into The Night (1985); Oscar (1991). Di seguito invece i film scelti dal regista come esemplari del suo genere cinematografico preferito: The Awful Truth (1937, Leo McCarey), City Lights (1931, Charlie Chaplin), Monty Python’s Life of Brian (1979, Terry Jones),  Way Out West (1939, James W. Horne), Dr. Strangelove (1964, Stanley Kubrick), His Girl Friday (1940, Howard Hawks), Duck Soup (1933, Leo McCarey), Raising Arizona (1987, Joel Coen & Ethan Coen), Kind Hearts and Coronets (1949, Robert Hamer), Bridesmaids (2011, Paul Feig).

Si suggellerà poi, attraverso proiezioni e incontri con i due protagonisti, la collaborazione ed amicizia di lunga data tra l’attore Willem Dafoe e il regista Abel Ferrara, entrambi presenti a Taormina: per tutta la settimana, saranno proposte le proiezioni dei sette film realizzati insieme dal duo che vedranno programmare i seguenti titoli: 4:44 Last Day on Earth (2011); Go Go Tales (2007); New Rose Hotel (1998); Pasolini (2014); Sportin’ Life (2021); Siberia (2020); Tommaso (2019). Ferrara terrà la sua masterclass il 27 giugno mentre sarà insieme a Dafoe la mattina del 1° luglio per il dialogo-incontro “Una vita di collaborazione”.

Fari puntati anche sul 90° anniversario della Warner Bros, che verrà celebrato attraverso la riproposta di venticinque tra i più grandi film del catalogo e un documentario sulla storia dello studio. Questi i film proiettati: The Wizard of Oz (1939, Victor Fleming), 300 (2006, Zack Snyder),The Shining (1980, Stanley Kubrick), The Fugitive (1993, Andrew Davis), Harry Potter and the Philosopher’s Stone (2001, Chris Columbus), Ben-Hur (1959, William Wyler), An American In Paris (1951, Vincente Minnelli), Amadeus (1984, Miloš Forman), 2001: A Space Odyssey (1968, Stanley Kubrick), A Streetcar Named Desire (1951, Elia Kazan), Willy Wonka and the Chocolate Factory (1971, Mel Stuart), Troy (2004, Wolfgang Petersen), Inception (2010, Christopher Nolan),  North by Northwest (1959, Alfred Hitchcock), The Bodyguard (1992, Mick Jackson), Casablanca (1942, Michael Curtiz), The Dark Knight (2008, Christopher Nolan), Lethal Weapon (1987, Richard Donner), The Matrix (1999, Andy Wachowski e Larry Wachowski), Singin’ in the Rain (1952, Gene Kelly, Stanley Donen),

“La nuova generazione: il film e il ruolo dei social media” sarà invece l’argomento della masterclass tenuta da Bella Thorne & Friends il 28 giugno, un incontro per capire più approfonditamente come sta cambiando il linguaggio visivo in funzione delle nuove tecnologie applicate ai giovanissimi.

Dall’8 luglio si apre invece Taormina Arte, il cartellone di musica, teatro e danza che riserva alcune significative novità, come gli accordi di co-produzione e partenariato con Enti e Fondazioni nazionali ed internazionali quali la Fondazione Luciano Pavarotti, l’Opèra-Théâtre de Metz, il più antico teatro d'opera di Francia e centro di produzione per l'opera, la danza e il teatro, oltre all’attuazione di co-produzioni con Arteven il Circuito teatrale regionale del Veneto oltre alla MUPA di Budapest, che permetteranno anche alle compagnie coinvolte in prime nazionali assolute di poter successivamente far circuitare progetti artistici inediti. Il tutto nell’ottica della massima collaborazione anche con gli enti siciliani con cui si sta sviluppando un percorso di rete positivo al fine di massimizzare la collaborazione tra le eccellenze del territorio, quali il Teatro Massimo Bellini di Catania.

Si comincia sabato 8 luglio al Teatro Antico con il Trittico pucciniano (replica il 13 luglio), una coproduzione Taormina Arte e Opéra-théâtre de Metz, in collaborazione con la Fondazione Luciano Pavarotti, la regia di Paul-Emile Fourny e la direzione d’orchestra di Beatrice Venezi.

Domenica 9 luglio è la volta del Zukerman trio, guidato da uno dei musicisti più virtuosi, richiesti e versatili del momento, il violinista e violista Pinchas Zukerman, in un concerto di musica da camera insieme alla violoncellista Amanda Forsyth e al pianista Shai Wosner.

Pinchas Zukerman tornerà ad esibirsi mercoledì 12 luglio in un concerto sinfonico insieme alla Taormina Arte Festival Orchestra. Venerdì 14 luglio avrà luogo la prima nazionale di Di la’ dal fiume e tra gli alberi, uno spettacolo di prosa e multivisione in coproduzione con ArteVen, con il testo di Ernest Hemingway e la regia di Giancarlo Marinelli.

Giovedì 20 luglio la compagnia DT Junior Ballet con le coreografie di Alessandra Scalambrino, la drammaturgia di Rosalba Buda e le musiche originali di Carmelo Maucieri darà vita allo spettacolo Radici, una prima nazionale in scena al Parco Trevelyan della Villa Comunale costruita sulla metafora dell’esistenza umana nelle similitudini con lo sviluppo trascendentale dell’albero.  Altra produzione lirica di grande spessore sarà la Turandot, in programma venerdì 21 Luglio (replica il 23 luglio), nuovo allestimento della Fondazione Taormina Arte Sicilia con regia, scene e costumi di Giancarlo del Monaco e direzione musicale di Gianluca Martinenghi.

Sabato 22 luglio torna la prosa con Francesco, il giullare che inventò il presepe (replica il 24 luglio), una prima nazionale con la regia di Leonardo Petrillo e l’interpretazione di Luca Lazzareschi, che si ispira alla preghiera di San Francesco d’Assisi “Laudato sì”, in occasione degli 800 anni dalla nascita del Santo.

Martedì 25 luglio saranno in scena I Solisti Aquilani con uno spettacolo multimediale dedicato a Le 4 stagioni di Antonio Vivaldi. Mercoledì 26 Luglio Eleonora Abbagnato sarà la protagonista di Giulietta, una produzione firmata da Daniele Cipriani in cui musica e danza si uniscono per dipingere un ritratto nuovo e inusuale della più celebre veronese di tutti i tempi, creandone un ritratto di donna eterea e sensuale, impalpabile e volitiva, dal fascino senza tempo.

Giovedì 27 luglio, in occasione del 160esimo anniversario della nascita di Gabriele D’Annunzio, I Solisti Aquilani diretti da Beatrice Venezi con la voce recitante di Giorgio Pasotti, presenteranno in prima nazionale  Io ti veglierò. io ti proteggerò.

Mercoledì 16 agosto (replica 18 agosto) andrà in scena un classico dell’opera lirica italiana, il dittico Cavalleria Rusticana / Pagliacci nella coproduzione Taormina Arte e Hungarian State Opera House con la regia di Georges Delnon e la direzione d’orchestra di Marco Guidarini.

Altra peculiarità all’interno del programma sarà Past Forward, lo spettacolo di danza con l’étoile Jacopo Tissi, in scena giovedì 17 agosto, che darà al grande pubblico l’occasione di avvicinarsi al mondo del balletto con una coreografia ispirata ai grandi maestri del repertorio classico, demi-classico e contemporaneo, tra i quali Marius Petipa, Roland Petit, Alberto Alonso, Christian Spuck e Yuri Possokhov.

Infine, dall'8 luglio 2023 al 31 agosto 2023 la Fondazione Taormina Arte Sicilia presenta Finestra a Sud, un'esposizione artistica che celebra il talento eclettico del Taorminese Alessandro Florio, artista contemporaneo di grande rilievo. Nell’intima cornice della Casa del Cinema, colori, forme e concetti si fonderanno armoniosamente nel suo universo creativo che abbraccia l’astratto e il figurativo, il surrealismo e il realismo magico, rivelando un’intensa esplorazione delle profondità dell’animo umano.

Una stagione, dunque, volta verso un progetto culturale di cambiamento e positività come, nelle linee programmatiche e di pensiero, affermano rispettivamente la sovrintendente della Fondazione Taormina Arte, Ester Bonafede, il direttore artistico Beatrice Venezi e il direttore esecutivo e co-direttore artistico del Taormina Film Fest Barrett Wissman.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal Taormina Film Fest a Tao Arte, i grandi nomi pronti a sbarcare nella perla dello Ionio
MessinaToday è in caricamento