L’Associazione Cooperative apre alla didattica, convenzione per formare i dipendenti delle imprese

Gli obiettivi del presidente di Agci Sicilia, Michele Cappadona: “Il mondo dell’Istruzione in Italia può e deve essere migliorato da coloro che ogni giorno vi operano oltreché dalle persone che di quel mondo vorrebbero far parte”

Michele Cappadona, presidente Agci Sicilia

Corsi di formazione, qualificazione professionale, aggiornamento e perfezionamento. L’Associazione Generale delle Cooperative Italiane Sicilia (Agci), con una convenzione con l’Associazione Sindacale Servizi e Tutela che si occupa di organizzazione di corsi, apre ai suoi soci le porte della didattica. I dipendenti, i collaboratori delle imprese cooperative iscritte all’Agci Sicilia, e i loro familiari, infatti, da oggi potranno aderire ai corsi Asset di tutte le tipologie previste dalla convenzione, a condizioni economiche particolarmente agevolate.

«In questo momento di grande difficoltà – spiega Michele Cappadona, presidente Agci Sicilia – abbiamo voluto assicurare a tutti gli operatori impegnati nel mondo della cooperazione, e ai loro familiari, la possibilità di fruire di particolari vantaggiose condizioni economiche che riguardano varie tipologie di servizi di formazione e qualificazione professionale. Abbiamo scelto per questa finalità un partner nazionale accreditato di grande affidabilità ed esperienza, con una vasta offerta formativa. Ancora una volta, abbiamo voluto offrire ai nostri cooperatori la possibilità di fruire di servizi di grande qualità a costi fortemente contenuti».

L’obiettivo principale dell’iniziativa portata avanti dal presidente Cappadona è combattere la precarietà come abitudine culturale radicata nella nostra società. Nella convinzione che, a parità di prestazioni, il valore debba essere misurato nel merito e non nella natura giuridica del rapporto di lavoro, principio che si traduce nella parità di trattamento tra docenti e personale Ata a tempo determinato e indeterminato (dalla mobilità agli scatti di stipendio, passando per le assenze).

’Associazione Sindacale Asset nasce dall’esigenza e dalla volontà di tutelare, valorizzare e migliorare le condizioni professionali, giuridiche ed economiche dell’intero personale che presta la sua opera nell’ambito scolastico. L’obiettivo verso cui ASSET ha scelto di operare è duplice: da un lato andare incontro all’esigenza di fornire risposte concrete a singole persone, nella loro individualità e posizione di debolezza, dall’altro creare temi di riflessione e confronto sulla necessaria centralità dell’Istruzione nel nostro Paese. L’Associazione Sindacale ASSET oltre a far percepire ai singoli la vicinanza di una tutela diretta, li mette in condizione di esprimere le proprie idee, mediante una partecipazione attiva alla promozione di strategie in grado di dare una svolta all’intero sistema di Istruzione, oltreché alla propria vita.

«L’idea centrale – conclude Michele Cappadona – rimane che il mondo dell’Istruzione in Italia possa e debba essere migliorato da coloro che ogni giorno vi operano oltreché dalle persone che di quel mondo vorrebbero far parte»

Qui il link al sito dell’Associazione www.assetscuola.com

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A questo link il testo della convenzione Agci-Asset, con i vantaggi per gli associati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Taobuk, si rinnova la collaborazione tra Ateneo e festival

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento