Venerdì, 17 Settembre 2021
Formazione

Develhope, parte dalla Sicilia la scuola per sviluppatori: corsi gratis finché non si trova un lavoro

L'obiettivo della software house è quello d'investire sui giovani del Sud Italia, superando il divario digitale e occupazionale. I tre soci fondatori: "Al termine della formazione i ragazzi saranno aiutati a inserirsi nel mondo del lavoro". Iscrizioni al via, lezioni ad aprile da remoto

Superare il divario digitale al Sud e creare posti di lavoro. E' questo il duplice obiettivo di Develhope, la prima coding school in Italia che vuole formare sviluppatori informatici seguendo il metodo anglosassone: lo studente non paga finché non trova un lavoro. 

La software house Develhope - fondata a Palermo nel 2019 da Massimiliano Costa, Sasa Sekulic e Alessandro Balsamo - ha lanciato oggi l'iscrizione ai nuovi corsi che inizieranno ad aprile. L’accesso alla tech school è totalmente gratuito e gli studenti potranno pagare a rate la quota di iscrizione, circa 4 mila euro, solo nel momento avranno trovato un lavoro. In un arco temporale di sei mesi, partendo da Palermo e dal Sud Italia (dove secondo i dati Eurostat c'è una disoccupazione giovanile pari al 50%) la scuola di coding vuole formare giovani sviluppatori e inserirli nel mercato del lavoro, sfruttando il proprio network di partner e progetti di livello nazionale ed internazionale. Per accedere ai corsi bisogna presentare una domanda sul portale di Develhope e sostenere un test d'ammissione.

costa-4-2Secondo la stima di Microsoft, nel 2025 serviranno al mondo 98 milioni di nuovi developer. La categoria degli sviluppatori è infatti oggi tra  le più necessarie per stare al passo con la trasformazione digitale che sempre più incalza il nostro sistema produttivo. Tuttavia, il reperimento e il trattenimento di queste figure professionali rimangono difficili. Secondo un'indagine di Unioncamere, infatti, le competenze digitali sono richieste per 7 assunti su 10, pari a 3,2 milioni di lavoratori e sono oltre 1,6 milioni le posizioni lavorative alle quali è richiesta la capacità di gestire soluzioni innovative (robotica, Big Data Analytics e Iot) e di Industria 4.0 (pari al 36,2% di tutte le entrate), ma il 28,9% dei profili, circa 940 mila posizioni lavorative, è difficile da trovare per inadeguatezza o ridotto numero di candidati. 

"Scrivere codice può cambiare il destino di intere comunità e crediamo che la trasformazione digitale della nostra società sia la più  grande occasione per redistribuire sviluppo e opportunità in modo equo in tutta Italia - afferma Massimiliano Costa, Founder & Ceo di Develhope -. La recente pandemia ha accelerato il processo di digitalizzazione della nostra società e ha stravolto paradigmi che prima credevamo intoccabili. Oggi è possibile immaginare un futuro diverso che connetta gli straordinari territori del Sud del nostro Paese, i piccoli centri e le grandi aree metropolitane del Mezzogiorno con le aree più competitive del mondo. L'accesso alle competenze digitali professionalizzanti può e deve quindi essere garantito a tutti, a prescindere dalle condizioni economiche e sociali, e per questo abbiamo scelto di creare un modello interamente accessibile".

Le lezioni della scuola di tecnologia Develhope si svolgeranno da remoto e saranno tenute da sviluppatori esperti che focalizzeranno il loro insegnamento sulla componente pratica piuttosto che quella teorica. Il percorso formativo ha una durata di sei mesi e richiede un impegno a tempo pieno, ma flessibile, grazie al quale gli studenti potranno acquisire tutte le competenze necessarie per lo sviluppo di una applicazione web. Al termine dei percorsi formativi un team specializzato supporterà i migliori studenti in percorsi di inserimento lavorativo all'interno della software house di Develhope o nelle aziende partner. 

balsamo-2-2"Abbiamo scelto di assumerci il rischio investendo sul talento delle ragazze e dei ragazzi coprendo interamente la quota di iscrizione di quasi 4 mila euro. Gli studenti pagheranno solo quando, al termine del corso, troveranno un lavoro - spiega Alessandro Balsamo co-founder e Head of School di Develhope -. Questo ci spinge a mettere tutto il nostro impegno nel percorso formativo affinché chi vi partecipa possa diventare un professionista pronto per il mondo del lavoro”.

"Essere una scuola e al tempo stesso anche una software house ci consente di conoscere le tecnologie richieste dal mercato e quali competenze le aziende del mondo tech cercano nei candidati - continua Sasa Sekulic, co-founder e Cto di Develhope - anche per questo abbiamo progettato la nostra scuola includendo ogni abilità chiave tipica delle realtà più innovative”. 

Fonte: PalermoToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Develhope, parte dalla Sicilia la scuola per sviluppatori: corsi gratis finché non si trova un lavoro

MessinaToday è in caricamento