Castelli, Ville e aree archeologiche, le bollette costeranno meno

Un avviso della Regione ha destinato trenta milioni di euro per ridurre i consumi energetici tra gli edifici del Demanio e i beni culturali. In provincia sono questi i progetti, novità anche per i professionisti

Il castello di Spadafora fa parte dell'elenco regionale ammesso ai fondi

Trenta milioni di euro per ridurre i consumi energetici nei palazzi pubblici e negli edifici culturali di gran pregio. Il dipartimento regionale dell’Energia ha pubblicato un avviso per la creazione di una long-list di professionisti da cui attingere per selezionare coloro che dovranno lavorare a supporto dell’attività di progettazione degli interventi. Per le istanze c’è tempo fino al 3 luglio. I progettisti saranno chiamati in causa per le opere nei siti presidenziali e del demanio regionale. 

L’assessorato guidato da Alberto Pierobon utilizzerà le risorse dell’azione 4.1.1 dei Fondi comunitari 2014-2020 destinati a interventi di ristrutturazione degli edifici, all’installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo e gestione dei consumi per la riduzione delle emissioni e per la produzione di energia da fonte rinnovabile. Il dipartimento, guidato da Salvatore D’Urso, sta lavorando per implementare di altri trenta milioni le risorse disponibili attraverso il ricorso ai fondi stanziati dal Gestore dei servizi energetici con il cosiddetto Conto termico. 

Per Messina i progetti approvati che riguardano i beni del Demanio regionale vedono inseriti gli uffici del Genio civile in via Aurelio Saffi 35.
Per i Beni culturali l'Antiquarium a Milazzo, l'area archeologica di Capo d'Orlando, l'area archeologica di Tindari a Patti, la Biblioteca regionale di Messina, il castello di Spadafora, il museo delle tradizioni silvo-pastorali a Mistretta il museo di Lipari, il museo regionale a Messina, il Teatro Greco a Taormina, Villa Caronia a Taormina, il Castello Schisò a Giardini Naxos, l'area archeologica a Giardini Naxos, l'area archeologica Villa Romana San Biagio a Terme Vigliatore, la Villa Romana a Patti. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Paura a Nizza di Sicilia: tentano di rapire una bimba, messi in fuga dalle urla della nonna

  • La salma di Giuseppe Sorrenti in viaggio, lunedì i funerali alla Chiesa San Francesco di Paola

  • Da Patti al Bambin Gesù di Roma con un volo dell'aeronautica, neonato prematuro verso la salvezza

  • Incidente nella notte in via Catania, muore nell'impatto con un mezzo della Messina Servizi

  • Capo d'Orlando, droga nascosta nei bagni della scuola scoperta dai cani poliziotto

  • Concorso per operatori sanitari e mobilità per infermieri, pubblicato il bando

Torna su
MessinaToday è in caricamento