Premio nazionale Foca Monaca 2019 all'ambientalista Anna Giordano

La messinese direttrice della “Riserva Naturale Orientata delle Saline di Trapani e Paceco” premiata per il suo coraggioso impegno nella lotta alla criminalità ambientale

Anna Giordano

L’ambientalista messinese Anna Giordano, direttrice della “Riserva Naturale Orientata delle Saline di Trapani e Paceco”  e Ignazio Adamo della Adamo, titolare della  Adamo Idrocarburi hanno ottenuto il premio nazionale Foca Monaco 2019 istituto dalla famiglia di Franco e Marco De Salvo e alla sua prima edizione. Il prestigioso riconoscimento viene assegnato a quanti si distinguono nella lotta alla criminalità ambientale o per la profusione di opere di pace e di solidarietà.

Il premio è stato consegnato a Marèttimo su iniziativa del Gruppo Foca Monaca di Roma e dell’Associazione C.S.R.T. “Marèttimo”, presieduta da Vito Vaccaro.

Presenti per l’occasione anche i due vescovi della Diocesi di Trapani Mons. Pietro Maria Fragnelli e di Cefalù Mons. Giuseppe Marciante. Presidente della giuria, Carmen De Salvo.

Orgoglioso per il riconoscimento l’imprenditore Adamo ha realizzato a Marettimo un impianto di erogazione di carburanti per autotrazione  e uso nautico sicuro sia per l’ambiente che per i residenti, così come la messinese Anna Giordano che ha ottenuto il riconoscimento per il suo coraggioso e indomito impegno a tutela di tutti gli organismi animali e vegetali esistenti in natura.

“Per me stare a Marettimo, isola tra isole è un momento molto bello - ha detto Anna Giordano -  La prima volta sono venuta qui negli anni Ottanta ma vedo che state tenendo bene l’isola, abbiatene sempre cura. E poi, ricevere un premio che si chiama Foca Monaca è doppiamente un piacere perché adoro le foche, non ho mai viste quelle monache ma una delle foto più bella che ho in tutta la mia vita è quella in cui accarezzo una foca. Ho una faccia così felice che porterò sempre nel cuore quel momento.  Sono quarant’anni che lotto per gli animali e l'ambiente - conclude Anna Giordano -  faccio battaglie per avere la pace nella natura. Ma è una guerra continua. Mi rendo conto dell'ossimoro ma questo si tratta. Faccio davvero un appello a tutti perchè ognuno di noi, nel proprio piccolo, può fare qualcosa per questo pianeta martoriato”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Paura a Nizza di Sicilia: tentano di rapire una bimba, messi in fuga dalle urla della nonna

  • Panico e dolore al Verona-Trento, malore fatale per un assistente tecnico

  • La salma di Giuseppe Sorrenti in viaggio, lunedì i funerali alla Chiesa San Francesco di Paola

  • Da Patti al Bambin Gesù di Roma con un volo dell'aeronautica, neonato prematuro verso la salvezza

  • Incidente nella notte in via Catania, muore nell'impatto con un mezzo della Messina Servizi

  • Capo d'Orlando, droga nascosta nei bagni della scuola scoperta dai cani poliziotto

Torna su
MessinaToday è in caricamento