Giovedì, 28 Ottobre 2021
Green

Troppi rifiuti pericolosi tirati fuori dai laghi di Ganzirri, scatta la denuncia di Procura

L'iniziativa già annunciata del consigliere Russo, fra gli organizzatori della manifestazione ecologista “Siamo tutti sulla stessa barca”

Lo aveva promesso e l'ha fatto. Troppe schifezze tirare fuori dai laghi di Ganzirri per ricondurre tutto ad una semplice manifestazione ambientalista. Merita un esposto in procura. Il consigliere Alessandro Russo ha così presentato la denuncia scaturita dalla manifestazione “Siamo tutti sulla stessa barca” finalizzata ad un’attività di pulizia straordinaria delle sponde del Lago di Ganzirri e di alcuni tratti del fondale, grazie al contributo dei canottieri della vicina Asd “Canottieri Peloro” che metteva a disposizione dell’attività di volontariato e pulizia alcune barche, retini da raccolta e altre attrezzature atte a raccogliere rifiuti dal fondo del lago.

“Durante le attività di raccolta e di recupero della spazzatura nello specchio d’acqua -segnala Russo che della manifestazione era coordinatore - sono stati individuati dei rifiuti classificabili come pericolosi per l’ecosistema e per la stessa salute pubblica. Segnatamente, sono stati recuperati numerosi pezzi di eternit proveniente da scarichi di materiale edilizio, prodotti di natura medica e/o medicale (siringhe usate, flaconi di medicinali, pannoloni e pannolini utilizzati), alcuni motori e componenti elettroniche di elettrodomestici - specialmente frigoriferi -, materiale di risulta edilizia e/o di scarico di cantiere (tondini in ferro, tubi di plastica) e infine numerosi pneumatici usati in stato di grave deterioramento. Preciso che l’area in cui tale materiale è stato recuperato - conclude il consigliere comunale -  è quella individuata nella parte Nord del Lago di Ganzirri, tra lo sbocco del canale di collegamento con la contrada Margi e i 400 metri lineari da quel canale in direzione Sud”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppi rifiuti pericolosi tirati fuori dai laghi di Ganzirri, scatta la denuncia di Procura

MessinaToday è in caricamento