Reti elettriche nelle banchine portuali contro l'inquinamento delle grandi navi, l'impegno del ministro De Micheli

L'annuncio della portavoce del Movimento 5 Stelle in commissione Trasporti alla Camera, Angela Raffa. L’autorità portuale di Messina ha avviato una prima ricognizione

Il porto di Messina

"La ministra dei Trasporti Paola De Micheli, in audizione davanti alla commissione Trasporti della Camera, ha confermato l’impegno del suo dicastero affinché le autorità portuali si dotino di reti elettriche di terra, in modo da poter ottenere che le grandi navi spengano i motori quando ormeggiano e ricorrano all’elettricità fornita loro da terra”.

Lo comunica la portavoce del Movimento 5 Stelle in commissione Trasporti alla Camera, Angela Raffa.

“Siamo soddisfatti che il Mit abbia accolto la proposta di elettrificare le banchine portuali in modo da ridurre l’enorme impatto ambientale dei natanti - spiega la Raffa -  proposta contenuta in una mia interrogazione risalente allo scorso giungo e che già il ministro dell’epoca Danilo Toninelli aveva sostenuto con convinzione. Ricordo che un recente studio, pubblicato da Transport & Environment, evidenzia come l’inquinamento prodotto dalle navi da crociera in Europa, sia, da solo, superiore a quello prodotto da tutti i veicoli circolanti su strada e che l’Italia risulta infatti tra i paesi più esposti, insieme alla Spagna, tanto che tra le 50 città portuali più inquinate ben 10 sono italiane: Venezia, Civitavecchia, Napoli, Genova, La Spezia, Savona, Cagliari, Palermo, Messina e Bari. Già l’autorità portuale di Messina, cui ho avuto modo di illustrare questa proposta nello stesso mese di giugno scorso, ha avviato una prima ricognizione per procedere il tal senso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il passo successivo sarà un’intervento normativo, proposta di legge od emendamento, per obbligare le grandi navi in porto a spegnere i motori e rifornirsi dalla rete elettrica di terra, laddove presente. Questo permette il duplice vantaggio di ridurre l’inquinamento ed aumentare i nostri ricavi, con la vendita di energia elettrica. ”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sensitiva più famosa d'Italia sulla scomparsa del piccolo Gioele: “Cercate dove c'è acqua”

  • Giallo Viviana, nuovo avvistamento alla guardia medica di Giardini: "Quel bimbo sembrava Gioele"

  • Viviana Parisi sarebbe stata avvistata a Giardini Naxos

  • Giardini Naxos, ritrovato cadavere in mare

  • Caronia, ritrovato cadavere in decomposizione di una donna

  • Cadavere a Caronia, il marito ha riconosciuto la fede al dito di Viviana: nessuna traccia del bimbo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento