Inquinamento alle Eolie, ci pensano i piccoli “delfini guardiani”

Oltre 350 studenti di tutto dell'arcipelago uniti per difendere le isole dalla plastica e dagli scempi ambientali. Ecco i loro progetti e la “medaglia” che consente un filo diretto con sindaco e comandante della Capitaneria

Piccoli ambientalisti crescono alle Eolie. Con il sostegno di Msc Crociere oltre 350 studenti dell'arcipelago hanno partecipato al percorso eco-didattico di Marevivo “Delfini Guardiani dell’isola” che si è concluso nell’Anfiteatro del Castello di Liparmeritandosi attestato e distintivo di “delfino guardiano”. Una medaglia da appuntare al petto che gli consentirà - anche senza accompagnatori adulti- un filo diretto con il sindaco o il comandante della Capitaneria di porto per segnalare eventuali situazioni che mettono a rischio l'ambiente.

Coinvolte le scuole primarie e pluriclassi delle isole di Lipari, Salina, Vulcano, Stromboli, Panarea, Alicudi e Filicudi insieme ai loro docenti e dirigenti scolastici.

La giornata è iniziata con una marcia per il clima, in linea con il movimento giovanile #FridaysForFuture, che ha coinvolto tutti i partecipanti al progetto. Il corteo è partito dal porto, dove gli alunni sbarcati da tutte le altre isole dell’arcipelago si sono messi in cammino verso il Castello di Lipari. A metà del percorso sono stati raggiunti dagli alunni locali di Lipari. Una marcia con striscioni e altri lavori che i bambini hanno preparato per chiedere a gran voce il rispetto dell’ambiente, alla quale si sono aggiunti anche i Delfini Guardiani degli anni passati.

Una volta all’Anfiteatro, le classi degli Istituti Comprensivi “Lipari” e “Lipari1” hanno presentato i loro elaborati finali, lavori attraverso i quali gli studenti hanno coniugato l’educazione ambientale con la conoscenza del proprio territorio. 

Presenti all’evento l’assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Lipari Tiziana De Luca, i rappresentanti della Guardia Costiera di Lipari, i dirigenti scolastici Mirella Fanti e Renato Candia, il Presidente del consiglio d’istituto Lipari 1.

«È stato molto emozionante vedere questo corteo di oltre quattrocento bambini sfilare per il corso principale con i loro lavori e chiedere a gran voce che vengano intraprese azioni in difesa del Pianeta», ha dichiarato Mariella Gattuso di Marevivo Sicilia. «Non solo: attraverso gli elaborati finali presentati dalle classi durante l’evento, i bambini hanno dimostrato di avere acquisito non solo conoscenze sul proprio territorio ma anche la consapevolezza di doverlo proteggere e salvaguardare».

Il progetto gode del patrocinio del ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, di Federparchi, del Cufaa (Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari - Carabinieri) dell’assessorato Beni Culturali della Regione Sicilia, dell’Ufficio Scolastico Regionale Sicilia, dei Comuni di Leni, Lipari, Malfa, Santa Marina Salina e può contare sulla collaborazione della Marina Militare, del Corpo delle Capitanerie di Porto e sul sostegno tecnico di Siremar – Gruppo Caronte&Tourist e Liberty Lines.

Potrebbe interessarti

  • A Granatari la fontana che racconta la Messina che fu, il Comitato: "De Luca pensi al suo restauro"

  • Nuovi parroci e spostamenti, così le nomine dell'arcivescovo

  • Lady Gaga, italiana e me ne vanto ma a Naso la aspettano ancora

  • Ferragosto, perché si chiama così e perché è una festa

I più letti della settimana

  • Sant'Agata Militello, in barca con amici in Croazia: muore a 57 anni

  • Giardini Naxos, giovane accoltellato all'uscita da una discoteca

  • Ucria, zio e nipote uccisi per un parcheggio: catturato l'uomo che ha sparato

  • Giardini Naxos, muore in spiaggia l'ex ciclista Felice Gimondi

  • Tragedia nella barca in Croazia, la testimonianza del sindaco Mancuso: “Stiamo vivendo un incubo”

  • Colpo di scena nel duplice omicidio di Ucria, ad aggredire sarebbero state le vittime

Torna su
MessinaToday è in caricamento