Torregrotta festeggia l'autonomia anche dalla plastica, testimonial il campione Vermiglio e il papà di Siso

La storia del capodoglio, la bottiglietta simbolo del rispetto per l'ambiente e un arcobaleno di colori realizzati grazie all'impegno di alunni e docenti. Ecco come il territorio si ribella all'inquinamento

Novantasei anni fa Torregrotta diventava comune staccandosi da Roccavaldina. Un anniversario da celebrare ma con un significato ancora più forte, quello di diventare autonomi anche dal consumo della plastica. E' stato questo il senso della grande festa che ha coinvolto grandi e piccini, gli alunni dell'istituto comprensivo, in un progetto di attaccamento alle proprie radici che passa anche dalla sensibilizzazione all'ambiente e ad una visione plastic free per le generazioni future. Una esplosione di colori e di canzoni con i bambini che ci hanno messo tutta la loro passione con cartelloni e rappresentazioni sceniche che hanno coinvolto la piazza.

L’adesione alle campagne “Plastic Free Challenge” e “Lassala Peddiri”, la prima nazionale, la seconda regionale, hanno come obiettivo quello di liberare l’ambiente dalla plastica. Il sindaco Corrado Ximone, l’assessore Antonella Pavasili, la dirigente del comprensivo torrese Barbara Oteri hanno sottolineato l’importanza della giornata sostenuti dal Parco Corolla (sponsor delle bottigliette in alluminio donate), dagli amministratori dell’hinterland ma anche dalla presenza dell’assessore regionale alle Autonomie locali Bernadette Grasso e dei deputati regionali Tommaso Calderone e Franco De Domenico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Testimonial d'eccezione il campione di pallavolo Valerio Vermiglio, che ha consegnato la prima bottiglietta in alluminio plastic free ai ragazzi, e il biologo Carmelo Isgrò che ha raccontato ai più piccoli la storia del capodoglio Siso, morto per colpa della plastica che oggi “rivive” grazie alla sua determinazione  al museo del mare di Milazzo. Rappresentato anche nel “globo” più green che ha colorato la pavimentazione di Piazza Unità d’Italia grazie all’impegno dei ragazzi del liceo “Basile” di Messina guidati dagli insegnanti Guglielmo Bambino e Antonio Russo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo ricovero per coronavirus al Policlinico, una cinquantenne in arrivo da Patti: due impiegati in isolamento

  • Brigata Aosta nello sconforto per la morte del militare, indagini a tutto campo a Capo d'Orlando

  • Nonno positivo al Covid, tre alunni della "Catalfamo" in quarantena

  • Roccalumera piange Angelica, sconfitta dal tumore a soli 18 anni

  • Coronavirus, 98 i nuovi positivi in Sicilia (9 a Messina e provincia): a Patti una classe in isolamento

  • Caio Duilio, la dirigente rifiuta le aule: “Non permetterò che scelte miopi decretino la fine del Nautico”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento