Traversata delle Eolie a nuoto, il campione Salvatori in acqua per salvare le tartarughe marine

Pronta a partire la prima tappa del progetto con la collaborazione dell'associazione Filicudi Wildlife Conservation. Obiettivo: connettere le 7 isole per promuovere la tutela del mare e la rotta delle Caretta caretta

Pronta a partire, nella prima settimana di luglio, la prima tappa del progetto "Traversata delle Eolie a nuoto: sulla rotta delle Tartarughe Marine", che nasce dalla collaborazione di Stefano Salvatori, atleta pallanuotista, appassionato di nuoto in acque libere e Filmaker documentarista di Geo & Geo e l'associazione Filicudi Wildlife Conservation che si occupa da anni della salvaguardia delle popolazione di cetacei e tartarughe marine nelle isole Eolie e del Pronto Soccorso Tartarughe Marine di Filicudi. 

Il progetto prevede di percorrere a nuoto, in solitaria, la rotta che collega le 7 isole Eolie. La traversata tra le isole verrà effettuata in diverse tappe in occasione di periodi interamente dedicati al mare e alla promozione della sua salvaguardia. In particolare ogni impresa a nuoto di Stefano sarà accompagnata da eventi culturali e di divulgazione ambientale aperti a tutti sulle diverse isole. Prima tappa del progetto la rotta Alicudi-Filicudi. Partendo dal porto di Alicudi, Stefano nuoterà senza mai fermarsi per giungere al porto di Pecorini Mare a Filicudi dove al termine dell'impresa verrà rilasciato un esemplare di Caretta caretta curato presso il Pronto Soccorso Tartarughe Marine di Filicudi. 

No alla plastica, salviamo la rotta Filicudi

Il principale obiettivo dell’impresa sarà soprattutto quello di connettere le 7 isole Eolie al fine di promuovere la salvaguardia e la tutela del mare e in particolare la rotta delle tartarughe marine Caretta caretta, che ogni anno attraversano queste acque venendo incontro a pericoli di ogni genere, soprattutto l'ingestione di plastica e l'intrappolamento in attrezzi da pesca abbandonati. La traversata Alicudi Filicudi sarà effettuata da Stefano con una bottiglia di plastica attaccata alla caviglia a testimoniare le difficoltà incontrate dalle tartarughe e i pericoli a cui vanno incontro senza una adeguata protezione delle loro rotte migratorie e tutela dei siti marini in cui si alimentano e svernano. Durante la traversata l'imbarcazione di supporto alla nuotata di Stefano si occuperà anche di recuperare i rifiuti di plastica incontrati nella navigazione. 

Al termine del progetto sarà realizzato un documentario per testimoniare l'impresa e divulgare il progetto al fine di promuovere l'istituzione dell'area marina protetta delle isole Eolie e la tutela delle rotte di migrazione delle tartarughe marine nell'area Eoliana. 

Proprio in questi giorni l'associazione Filicudi Wildlife Conservation ha portato a termine un'altra missione: hanno imbarcato Crow, splendido esemplare di tartaruga marina,  nella nave che questa mattina è arrivata a Napoli per essere curata e riabilitata presso il Centro di recupero tartarughe marine di Portici. I volontari dell'associazione, infatti, hanno soccorso nei giorni scorsi la tartaruga che aveva la pinna natatoria strozzata da una lenza. La speranza è che si possa salvare e che la pinna non debba essere amputata.. Buona fortuna alla piccola grande viaggiatrice del mare!

Potrebbe interessarti

  • Murales di Dania Mondello, spuntano le pale di fichi d'india all'Annunziata

  • Focaccia messinese che bontà, i 5 posti migliori in cui gustare la tradizione

  • Vacanze flash, le 5 mete più belle a due passi da casa

  • Vigilia degli esami, la lettera più bella di un docente ai suoi studenti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Grotte, tragedia dopo la festa: morta una ventenne

  • Trenta famiglie col fiato sul collo, chiude anche Papino a Tremestieri

  • Murales di Dania Mondello, spuntano le pale di fichi d'india all'Annunziata

  • Tragica notte a Sant'Agata di Militello: muore travolta da un'auto all'uscita di un locale

  • Vigilia degli esami, la lettera più bella di un docente ai suoi studenti

  • Massimo D'Alema a Messina per fare visita in ospedale all'amico Capodicasa

Torna su
MessinaToday è in caricamento