VIDEO | Vigili urbani sulle bici elettriche, prova del nove a Torre Faro con le nuove frontiere della mobilità

Il test sulla due ruote a pedalata assistita con il comandante Giardina. Dodici quelle in uso alla Polizia municipale mentre entra nel vivo il nuovo Piano Urbano della Mobilità Sostenibile

Prova del nove stamani per le nuove e-bike progettate per diventare il mezzo di trasporto più diffuso in città e hanno avuto. A testare oggi la due ruote il comandante della polizia municipale, Giovanni Giardina. “E’ leggera”, ha assicurato il comandante, mentre una voce fuori campo consiglia di usarla almeno un’ora al giorno.

Il concetto vincente è andare più lontano, in modo veloce e divertente con i vantaggi che le pedalate assicurano sia ai neofiti che ai veterani perché, in un colpo solo, fa dire addio alle salite, alle tutine di lycra e rappresentano il futuro sia per il tragitto casa-lavoro sia per il tempo libero.

Intanto prende forma la “mobilità sostenibile” con le dodici bici per la polizia municipale che hanno fatto la loro prima apparizione a Torre Faro, con a bordo gli agenti  tra le viuzze libere quest’anno per la prima volta dalle auto, grazie all’isola pedonale in vigore fino al 15 settembre.

“Io mi muovo sostenibile” è anche il progetto del Comune che prevede l’impiego di monopattini e bici a pedalata assistita.

Nel frattempo entra nel vivo il nuovo Piano Urbano della Mobilità Sostenibile della Città Metropolitana anche con il coinvolgimento della popolazione e degli stakeholders. Obiettivo: effettuare un’analisi conoscitiva delle attuali condizioni della mobilità urbana della città di Messina, attraverso la partecipazione delle rappresentanze dell’università, degli ordini professionali, di enti pubblici e privati, dei sindacati, delle associazioni di categoria, delle aziende di trasporto, dell’autorità portuale, dei tassisti e di associazioni di varia natura interessate alle tematiche di mobilità e ambiente. 

Nei giorni scorsi il dipartimento servizi territoriali ed urbanistici - servizio mobilità urbana - ha inviato a movimenti, associazioni e sindacati, le modalità di accesso per la compilazione del «Questionario Pums Messina 2030” con l'obiettivo di comprendere, sulla base delle indicazioni dei cittadini, quali progetti ed azioni concrete dovranno essere adottate per aumentare anche sicurezza sadale, facilitare l'usoa della bicicletta e rendere accessibili i percorsi pedonali ed efficiente il servizi di trasporto pubblico.

Bici3-2

Si parla di

Video popolari

VIDEO | Vigili urbani sulle bici elettriche, prova del nove a Torre Faro con le nuove frontiere della mobilità

MessinaToday è in caricamento