Giovedì, 13 Maggio 2021
Green

Sbarca anche in Sicilia il movimento ambientalista di volontariato “Vitambiente”

Il movimento già radicato nel territorio nazionale ha scelto Messina come prima tappa della sua futura espansione regionale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MessinaToday

Il movimento ambientalista “Vitambiente“, già ampiamente radicato nel territorio nazionale con sedi in tutta la penisola, ha scelto Messina come prima tappa della sua futura espansione regionale con l’apertura di una sede denominata “Circolo Vitambiente Messina i CuCunCi”

Primo atto della neonata compagine è stato l’assemblea dei soci fondatori, durante la quale sono stati approvati l’atto costitutivo e lo statuto sociale.

L’assemblea dei soci fondatori ha così provveduto alla nomina dei rappresentanti dell’associazione: presidente, il cronista Adolfo De Angeli, vice presidente, l’ecologista dottor Gaetano Carrano; Segretario, la naturalista dott.ssa Anna Stanco; Consiglieri: il dirigente nazionale del Partito Animalista Carlo Callegari e la consigliera nazionale e co-portavoce dei Verdi, Raffaella Spadaro.

Vitambiente è un’associazione a carattere nazionale, riconosciuta, senza fini di lucro, fondata nel 2018, che svolge attività di sensibilizzazione, informazione, formazione, ricerca e consulenza nei settori dello sviluppo della persona, nel mondo che circonda l’individuo nella valorizzazione del sistema, socio economico, agroalimentare e della tutela Ambientale a livello locale, regionale, nazionale ed europeo.

Vitambiente si propone di conseguire esclusivamente con i propri mezzi ed i propri associati, finalità di solidarietà sociale nello specifico:

  •     promuovere lo sviluppo sostenibile e la valorizzazione dei beni ambientali storici e antropologici;
  •     promuovere la tutela e la valorizzazione dell’ambiente come un obbligo individuale e social, di valenza costituzionale, anche per il superamento delle differenze sociali e la tutela delle minoranze;
  •     tutelare e valorizzare la fauna e la flora, in particolare modo delle specie deboli o in via di estinzione;
  •     tutelare l’ambiente acquatico interno e marino;
  •     promuovere le azioni sociali e giudiziarie di tutela dei diritti della collettività e di salvaguardia dell’ambiente, compatibilmente con la normativa vigente;
  •     promuovere politiche ed attività sociali a favore dei giovani, anziani e delle fasce disagiate;
  •     promuovere ed attuare corsi di formazione per propri operatori e Ispettori Ambientali, per collaborare con le pubbliche Istituzioni, alla vigilanza sulla osservanza delle leggi e dei regolamenti generali e locali relativi alla salvaguardia della natura, dell’ambiente, della protezione degli animali e alla difesa del patrimonio zootecnico ivi compresa caccia e pesca, e per le emergenza in ambito di Protezione Civile. Il servizio di tali Operatori e Ispettori dalla legge n. 611/1913, dalla legge n. 189/2004 e delle altre norme e regolamenti che disciplinano la protezione degli animali;   
  •     valorizza e promuove la conservazione della biodiversità, l’educazione ambientale, il turismo responsabile e la cooperazione internazionale.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sbarca anche in Sicilia il movimento ambientalista di volontariato “Vitambiente”

MessinaToday è in caricamento