rotate-mobile

VIDEO | Stretto, il regno dei rapaci: le nuove frontiere del turismo mettono le ali

Il volo magico dai Colli San Rizzo sotto lo sguardo attento dei volontari guidati dalla paladina dell'ambiente Anna Giordano. Che racconta: "Questo luogo del cuore richiama sempre più fotografi e studiosi"

Un fenomeno della natura unico che ogni anno attrae decine di studiosi e fotografi in riva allo stretto, la grande migrazione stagionale dei rapaci dall’ Africa al nord Europa, con punto di passaggio proprio sui colli di Messina.

Da alcuni giorni i volontari dell’associazione “Mediterranea per la Natura”, guidati dall’ attivista ambientalista Anna Giordano, e in collaborazione con Ebn Birdwatching, sono impegnati a avvistare e censire tutte le specie di passaggio, migliaia i volatili già transitati. Un duplice scopo la presenza degli studiosi sui nostri colli, che ha un valore scientifico ma che serve anche da deterrente contro il bracconaggio, fenomeno per fortuna quasi scomparso.

A fare la spola tra Castanea e Dinnamare, anche diversi studenti provenienti dalla Facoltà di Scienze Naturali dell’Università de La Sapienza di Roma. Acconto a loro fotografi e naturalisti provenienti da tutta Europa, a testimoniare l’importanza di uno spettacolo naturale che con la giusta attenzione potrebbe diventare un’attrattiva per la città.

Video popolari

MessinaToday è in caricamento