rotate-mobile
MessinaToday Provinciale

Patti, il sindaco Bonsignore ha celebrato la meravigliosa festa di nozze di Franco Arcoraci e Giusy Venuti

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MessinaToday

Patti (Me), 27 luglio 2022 - Una festa vip a tutti gli effetti tra tradizione ed originalità di voler rendere unico il momento fatidico del si, quello che si sogna quando ci si innamora, ieri la grande famiglia Telespazio ha voluto dare un colpo di grazia alla malinconia e al tutto scontato, organizzando una festa originale. Non ci si poteva aspettare diversamente considerato i protagonisti che hanno una spiccata esperienza in programmi e produzioni, donando ai propri ospiti la cura del particolare di una riproduzione più vicina possibile all’atmosfera dell’ambientazione contadina italiana degli anni 50. Si sta parlando di Franco Arcoraci e Giusy Venuti, lui direttore di telespazio Messina e lei dolcissima consorte, cantante, conduttrice televisiva e attrice, che ieri hanno voluto emozionare gli invitati con una festa di natrimonio iniziata al tramonto e durata sino a tarda notte. Unione, affetto e simpatia in un clima prettamente siciliano, lontano da smog, rumori e palazzi e certamente non sfarzoso a suon di tarantella e caratteristici ambienti con ornamentali fiori dai colori accesi, tra le balle di paglia e i giardini dei casolari di Villa Rica di Patti (Me). Una festa che ha fatto rivivere la semplicità del matrimonio come festeggiato negli anni 50 dalla lunga tavolata di pasta e carne, quando la campagna era luogo intimo di emozioni e la semplicità degli eventi faceva riunire gli invitati a grande festa per gli sposi con cibi altrettanto genuini e tradizionali. Tra gli invitati, volti noti, vip amici e colleghi di Franco e Giusy, gli attori Giovanni Mineo, Tony Di Fresco, che hanno “scortato” Franco, l'attrice Francesca Rettondini, Paky Arcella, mago Quasar, il produttore cinematografico Salvatore Palmeri, il regista Tony Gangitano, il cantante napoletano Gino Accardo, la cabarettista Loredana Scalia, l'attore Turi Giuffrida, il regista Salvo Grasso, ancora gli attori Nando Morra, Ivan Bertolami, Giuseppe Pollicina, l’attore e cantante Lello Russo, la stilista Cinzia Dori che ha realizzato l'abito per la sposa con la collaborazione di Maria Saitta che ha dipinto particolari dell’abito e delle scarpe e tante altre grandi personalità. Tra i testimoni, Nella Trimarchi, sorella del noto cantautore Salvatore, purtroppo scomparso qualche anno fa e che fu artefice dell’amore tra Giusy e Franco, facendoli conoscere, Andrea Bene, cugino della sposa e prima persona a sapere dell’amore sbocciato tra i due innamorati, il cantautore Rosario Venuti, il compositore Rosario Bella, fratello minore di Gianni e Marcella Bella e lo scrittore Sebastiano Arcoraci, nonché fratello dello sposo. Ad ufficializzare l’unione, il Sindaco di Patti, Gianluca Bonsignore, presenti anche il presidente del Distretto Produttivo Sicilia “Terre del Florovivaismo”, Carmelo Torre, l’on. Tommaso Calderone, l’ Onorevole Pino Galluzzo con la moglie imprenditrice Daniela Lucchesi, il giudice Angelo Giorgianni che su Telespazio Messina conduce L’Arena di Spartaco e stasera, sarà ospite a Zona Bianca su Rete 4. Non sono mancati momenti divertenti e spettacoli di un abile trasformista che ha contribuito ad animare la serata oltre che la focosa obiezione al fatidico si da parte dell’attore Rosario Petix che nel film autobiografico di Franco Arcoraci, in uscita a settembre, interpreta il ruolo di Franchitto. La Festa di Franco e Giusy si è conclusa con la consegna della truscia con pane, salame e provola che simpaticamente ha sostituito, per l’occasione, la classica bomboniera mentre tra i simboli propiziatori di buon augurio, gli invitati hanno portato con sé anche una piantina di fiori di mirto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Patti, il sindaco Bonsignore ha celebrato la meravigliosa festa di nozze di Franco Arcoraci e Giusy Venuti

MessinaToday è in caricamento