Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

De Luca contro i vigili privi di patente di servizio: "Si fanno bocciare per evitare turni e attività"

Il primo cittadino si scaglia contro una cinquantina di agenti che ai corsi si sarebbero fatti bocciare per saltare il lavoro più duro e la guida dei mezzi, la minaccia di togliere il titolo di agente di pubblica sicurezza

Un giorno lodati per blitz e interventi, un altro li vorrebbe "prendere a calci in culo". Stavolta il sindaco Cateno De Luca dopo l'ultima riunione sulla razionalizzazione del Corpo di polizia municipale ha detto che è inaccettabile che gli agenti non siano dotati di Patente di Servizio, requisito necessario per la guida dei veicoli dell’amministrazione.

Per questo è stato organizzato il Corso per il conseguimento della patente di guida di servizio per i primi 15 agenti di polizia municipale che ancora ne sono sprovvisti."Sappiamo che sono circa 50 gli Agenti privi di patente di servizio - afferma De Luca - per i quali risulta inaccettabile tale situazione, soprattutto perché abbiamo appreso che all’ultima sessione di esami qualche collega si è fatto bocciare appositamente per non conseguire il titolo". "Per questa ragione - continua il primo cittadino - abbiamo confermato al Commissario Zullo, che si sta occupando di predisporre le modifiche al regolamento comunale di Polizia Municipale, di introdurre una disposizione che prevederà che il mancato conseguimento dell’abilitazione alla patente di servizio costituirà motivo di proposta da parte del sindaco al prefetto, per la perdita della qualifica di Agente di Pubblica sicurezza e di tutte le indennità conseguenti e correlate, e la proposta di revisione anche della patente di guida personale".

"Sotto altro fronte - aggiunge -  abbiamo confermato le attività di sicurezza urbana e di controlli viabili e della movida notturna, prevedendo l’istituzione anche di corsi di formazione interni con valutazione di merito finale, ai quali ogni Agente sarà tenuto a partecipare, con valutazione ai fini della carriera sia della mancata partecipazione al corso che del mancato superamento del medesimo. Anche tale previsione verrà introdotta nel nuovo Regolamento del Corpo. Abbiamo inoltre sollecitato il Dirigente a definire la procedura per il rinnovo del vestiario del Corpo perché: non è ammissibile che vi siano ancora Agenti che vanno in giro senza indossare la divisa, anche dentro Palazzo Zanca". "Ho infine ribadito - conclude De Luca - l’importanza della partecipazione dell’Amministrazione, attraverso la mia presenza o quella dell’assessore delegato alle attività specifiche che svolgiamo ormai con cadenza settimanale in ambito di sicurezza urbana e di controlli di polizia stradale, perché la nostra presenza è espressione della nostra volontà di metterci la faccia nelle attività della Polizia Municipale. Ho sempre detto che la Polizia Muncipale rappresenta il biglietto di presentazione della Città e del suo Sindaco e io in questa Polizia Municipale ci credo e voglio che ogni cittadino si senta rappresentato e tutelato al meglio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Luca contro i vigili privi di patente di servizio: "Si fanno bocciare per evitare turni e attività"

MessinaToday è in caricamento