menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, Lupo: “A fianco sindaci Nebrodi per il potenziamento della rete”

Il capogruppo Pd all'Ars sottoscrive un'interpellanza parlamentare con la quale fa propria la protesta dei sindaci del distretto socio sanitario 29 sulle carenze del sistema di controllo e tracciamento

"La grave emergenza sanitaria che la Sicilia sta vivendo impone programmi di contenimento e screening che includano anche i territori più interni dell'isola, già fortemente penalizzati in ambito di strutture sanitarie. I sindaci dei Nebrodi lanciano, a nome dei cittadini, un condivisibile grido di allarme che il governo regionale non può e non deve ignorare".

Il capogruppo Pd all'Ars Giuseppe Lupo sottoscrive un'interpellanza parlamentare con la quale fa propria la protesta dei sindaci del distretto socio sanitario 29 sulle carenze del sistema di controllo e tracciamento Covid nella vasta area nebroidea.

"Il potenziamento dell'Usca di Mistretta, con la possibilità di attrezzare un laboratorio all'interno dell'ospedale SS. Salvatore - aggiunge - consentirebbe l'analisi immediata dei tamponi per i quali attualmente è previsto il trasferimento a Messina. Potenziare l'assistenza domiciliare e la postazione 118 di Santo Stefano di Camastra e realizzare nuovi posti Covid all'interno dei presidi ospedalieri locali e nelle Rsa consentirebbe una più efficace assistenza ai cittadini dell'area dei Nebrodi oltre ad un alleggerimento della pressione sugli ospedali dei capoluoghi. Condivido la protesta dei sindaci che, al di là di ogni appartenenza politica, rappresentano la voce e le necessità dei cittadini".

I sindaci dei Nebrodi hanno lanciato l'allarme da tempo. Dopo Galati Mamertino, sono zone rosse Cesarò e San Teodoro. I sindaci dei Nebrodi hanno chiesto in particolare il potenziamento dell'ospedale di Mistretta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento