rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022

VIDEO | Amministrative, Sturniolo presenta la lista Messina in Comune: "Lottiamo per raggiungere il 5 per cento"

Obiettivi e analisi del candidato a sindaco della sinistra: "Abbiamo messo insieme 'diversità' che hanno imparato rapidamente a convivere e rimarremo come soggetto politico in questa città anche dopo la campagna elettorale"

"Lottiamo per raggiungere il 5 per cento. Perchè, diciamolo chiaramente, le competizioni sono due: una per i sindaci e l'altra per le liste perchè le singole liste combattono una contro l'altra anche se dovessero far parte della stessa coalizioni e saranno poche le luste che supereranno il 5 per cento".

E'  l'obiettivo e l'analisi di Luigi Sturniolo che stamani ha rpesentato della lista “Messina In Comune" davanti alla libreria Mondadori, nei pressi di Palazzo Zanca. "Vogliamo portare una piccola pattuglia di consiglieri comunali in Consiglio e poi vedremo se con il sindaco riusciremo ad andare anche a ballottaggio".

Sturniolo ha parlato dei candidati della lista civica, "fatta di persone anche diverse fra di loro, anche per quanto riguarda l'origine professionale, sociale e lavorativa è molto diversa, alcune che fanno parte di forze politiche altre no. Queste diversità che stanno insieme hanno imparato rapidamente a convivere e rimarremo come soggetto politico in questa città anche dopo la campagna elettorale".

trentadue-2

Con l'unica lista “Messina In Comune”, composta da 32 aspiranti consiglieri comunali, Sturniolo si differenzia dagli altri candidati attorniati da più compagini a sostegno. E sempre una sola è la lista presentata nei quartieri: il gruppo, composto anche da attivisti di Rifondazione comunista, Partito comunista italiano, Potete al popolo, Azione civile e Antudo, si presenterà solo alla V Municipalità, proponendo come presidente Ivan Calì.

"Tutta questa esibizione della grande quantità di liste, molte delle quali non hanno alcun tipo di ambizione dal punto di vista elettorale, e questa esibizione dal punto di vista di potenza economica, della dimostrazione di capacità di spendere soldi da parte di alcuni candidati, a mio parere stona in un contesto di armonia - è l'analisi di Sturniolo - Però noi diciamo questo: le competizioni che ci saranno il 12 giugno non cammineranno tutte insieme. La competizione per il sindaco è a sè stante, quella per il consiglio comunale idem e quella per i quartieri rappresenta un'altra cosa ancora. Non è presentando venticinque liste che i voti vanno sul sindaco. Tant'è vero che nel 2013 ha vinto Accorinti con una sola lista e nel 2018 De Luca, che portò allora 6 liste ma nessuna di queste raggiunse il 5%. La stessa cosa accadrà nella competizione per le liste: ogni compagine combatte contro tutte le altre e quelle che stanno insieme all'interno di una coalizione subiscono una sorta di processo di cannibalizzazione".

Articolo modificato alle 13.20 del 6 maggio // aggiunte dichiarazioni di Sturniolo

Video popolari

VIDEO | Amministrative, Sturniolo presenta la lista Messina in Comune: "Lottiamo per raggiungere il 5 per cento"

MessinaToday è in caricamento