rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Politica

Scongiurato il "terremoto" politico al Comune, in vista solo aggiustamenti per giunta e società partecipate

Il dato delle elezioni Europee non dovrebbe modificare più di tanto l'amministrazione Basile. La questione è regionale rispetto ai numeri del 2022

Che al Comune di Messina nelle prossime settimane ci sarà una rivoluzione politica è un'ipotesi scongiurata. Il dato delle elezioni Europee nel capoluogo dice questo. Al netto dell'annuncio del 7 maggio di Cateno De Luca dove metteva in riga l'intera amministrazione comunale in vista dell'appuntamento elettorale europeo. 

"Terremoto politico" al Comune, l'annuncio di De Luca 

Il dato del capoluogo conferma la lista Libertà prima e dunque i messinesi appaiono gradire l'amministrazione con il sindaco scelto da De Luca nel 2022 ed eletto a maggioranza assoluta. No rivoluzioni ma alcuni aggiustamenti da "tagliando" sì come visto anche in passato. Alcuni assessori potrebbero essere sostituiti come consiglieri delle società partecipate. Ma tutto è in itinere tranne che il movimento Sud chiama Nord oggi è solo siciliano e non nazionale. Discorso inverso per il gruppo di De Luca è lo sguardo rivolto alle elezioni regionali del 2027 dove si presenterà (ci saranno prima le amministrative di Messina) come uno dei leadership dell'opposizione insieme a Pd e Cinquestelle ma non come il candidato in pectore per la presidenza della Regione. La domanda, anni di riflessione sono ancora davanti, è se De Luca sarà candidato solitario come nel 2022 alla Regione o accanto a Pd e Cinquestelle in una scelta di coalizione. Presto per dirlo ma il dato della lista Libertà alle Europee 2024 rispetto alle regionali 2022 non passerà inosservato tra i banchi della minoranza all'Ars. 

Circoscrizione Isole, voti di liste e preferenze 

A Bruxelles l'unico messinese eletto è l'ex presidente del Parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci che ha trovato nel movimento Cinquestelle la sua casa politica (grazie all'ex premier Giuseppe Conte deluso per il risultato nazionale)  dopo aver atteso invano un incarico politico o elettivo di rilievo dal partito democratico. Nel 2019 non c'erano messinesi uscenti tra i parlamentari europei. 

Europee 2019, ecco come andò 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scongiurato il "terremoto" politico al Comune, in vista solo aggiustamenti per giunta e società partecipate

MessinaToday è in caricamento