rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Politica

Ars, la maggioranza va subito sotto: il vicepresidente vicario è Di Paola del M5s

Il deputato grillino ha ottenuto 35 voti, 5 in più rispetto a quelli attesi dalla minoranza. Si ferma a 32 preferenze Luisa Lantieri (FI) alla quale va l'altra vicepresidenza. E proprio all'interno del partito azzurro nascono due gruppi separati, quello guidato da Miccichè e quello di cui fa parte Schifani

Colpo delle opposizioni all'Assemblea regionale siciliana: sui 68 presenti alla votazione per l'elezione dei due vicepresidenti di Sala d'Ercole, il grillino Nuccio Di Paola riesce a raccogliere 35 voti e a centrare la vicepresidenza vicaria dell'Aula. Di Paola attira su di sé cinque voti in più rispetto al totale dei gruppi di minoranza: 11 Pd, 11 M5s e 8 De Luca. L'altra vicepresidenza va alla candidata del centrodestra Luisa Lantieri (FI), che però ottiene appena 32 voti. Nello scrutinio anche una scheda nulla.

Immediate le reazioni da parte delle opposizioni. "I siciliani hanno dato a questo governo una maggioranza di 40 parlamentari e già alla seconda votazione all'Ars sono scesi a 32". Questo il commento del deputato del Pd all'Ars, Nello Dipasquale, dopo il voto. "La maggioranza non c'è più - osserva Dipasquale - e per la prima volta perde la vicepresidenza vicaria, che va alle opposizioni. Schifani poco tempo fa, a proposito del voto sulla presidenza di Sala d'Ercole, aveva dichiarato di essere pronto alle dimissioni qualora non ci fossero stati i numeri per la maggioranza, che intende fare ora il governatore?".

Un esito non sorprendente se si considera la frattura all'interno di Forza Italia che ha portato alla nascita di due formazioni azzurre. Ma siccome all'interno dell'Assemblea regionale siciliana "non possono coesistere due gruppi con la stessa denominazione", la spaccatura ha portato alla temporanea denominazione di due gruppi forzisti: "Forza Italia 1", presieduto da Stefano Pellegrino e "Forza Italia 2", guidato da Gianfranco Miccichè.

L'indicazione è arrivata dal presidente di Sala d'Ercole, Gaetano Galvagno, alla ripresa dei lavori d'Aula prima dell'elezione dei due vice presidenti. Galvagno ha poi fatto chiarezza sulla composizione dei due gruppi: quello guidato da Pellegrino vede all'interno il governatore Renato Schifani, l'assessore alle Attività produttive Edy Tamajo, l'assessore all'Economia Marco Falcone e i deputati Riccardo Gallo Afflitto, Margherita La Rocca Ruvolo, Gaspare Vitrano, Luisa Lantieri e Riccardo Gennuso. Quattro i componenti del gruppo di Miccichè: oltre all'ex presidente dell'Ars, i deputati Nicola D'Agostino, Tommaso Calderone e Michele Mancuso. Galvagno ha comunque invitato i due gruppi parlamentari "a fare definitivamente chiarezza sulla denominazione con la massima tempestività".

Sulle divisioni in Forza Italia è intervenuto stamattina il presidente Schifani durante la conferenza stampa di presentazione della nuova Giunta. "Ciascuno si assume le proprie responsabilità. I parlamentari sono stati eletti in adesione a Forza Italia e a un programma condiviso con il candidato presidente Schifani, poi ognuno è libero di decidere", ha detto il governatore.

Fonte: Dire

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ars, la maggioranza va subito sotto: il vicepresidente vicario è Di Paola del M5s

MessinaToday è in caricamento