Martedì, 28 Settembre 2021
Politica Via Giuseppe Garibaldi

Non trova attacchini, De Luca annuncia le procedure di licenziamento per duecento comunali

E' "guerra" aperta con il personale, quindici dipendenti di categoria A si sono rifiutati di svolgere la mansione richiesta e subiranno provvedimenti disciplinari. Sarà rideterminata ancora la pianta organica

L'ultimo annuncio conferma la "guerra" in corso tra il sindaco De Luca e i dipendenti comunali. Una sfilza di controlli e accuse contro gli impiegati pubblici che segnano una netta divisione con i vertici dell'amministrazione, nel tardo pomeriggio la provocazione choc. La segreteria generale ha segnalato che alle ultime richieste di ricerca di "attacchini" ha visto - secondo quanto riferito dal primo cittadino - quindici rifiuti da altrettanti lavoratori che subiranno provvedimenti disciplinari. Sotto osservazione le duecento unità tra categoria A e categoria B del personale di Palazzo Zanca. Nuovi attacchi molto pesanti di De Luca che ha annunciato anche la rideterminazione della pianta organica parlando di "imboscati" senza badge che avrebbero maturato straordinari e riposi compensativi attraverso il solo foglio firme.

De Luca ha raccontato tutto nell'ennesimo video sulla pagina facebook. "Circa duecento dipendenti - ha dichiarato - sono imboscati, sono al posto sbagliato, una categoria A costa al Comune circa 30mila euro lordi l'anno, ognuno percepisce lo stipendio per quello che fa e per la categoria di assunzione, l'adeguamento che faremo vedrà quello che non serve in sovrannumero, non vogliamo aprire le porte del licenziamento per duecento persone ma se la sfida è questa non ci tireremo indietro". 

A Ganzirri provvedimenti contro cinque operatori della Messina Servizi 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non trova attacchini, De Luca annuncia le procedure di licenziamento per duecento comunali

MessinaToday è in caricamento