rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Politica

Autonomia differenziata, Sud chiama nord trova l'intesa con Moratti

De Luca: "Un altro importante tassello per la costruzione di quella rete di collaborazione tra i territori che guardano insieme alla crescita del sistema Italia"

Si è svolto a Milano un incontro tra il leader di Sud chiama Nord Cateno De Luca e la candidata alla presidenza della Regione Lombardia Letizia Moratti.

"Apprezziamo la posizione di Letizia Moratti rispetto al tema dell'autonomia differenziata. Abbiamo riscontrato - afferma il leader di Sud chiama Nord Cateno De Luca - la concretezza e la sobrietà dell'approccio ad una tematica che è finalizzata a valorizzare tutti i territori sottraendosi alla logica di uno scontro che serve solo a qualche forza politica che probabilmente non ha più nulla da dire o forse ha bisogno di spostare l'attenzione dell'elettorato per coprire l'imbarazzo di avere un candidato alla presidenza della Regione che ha dimostrato la sua inefficienza. Oggi abbiamo chiesto un incontro con la candidata alla presidenza della Regione Lombardia Letizia Moratti per manifestare il nostro sostegno, e soprattutto la nostra condivisione per la posizione che ha assunto rispetto al tema dell'autonomia differenziata. Dalla Moratti arriva un segnale di concretezza e rappresenta quella politica del fare che Sud chiama Nord e Sicilia Vera hanno sempre perseguito. Letizia Moratti si distingue per la sua concretezza ed esperienza amministrativa comprovata sul campo da Ministro della Pubblica Istruzione, sindaco di Milano e presidente RAI. Nel percorso intrapreso da Sud chiama Nord, conclude De Luca, l'incontro di oggi rappresenta un altro importante tassello per la costruzione di quella rete di collaborazione tra i territori che guardano insieme alla crescita del sistema Italia". 

"Ringrazio l’on. Cateno De Luca, ha affermato Letizia Moratti, per questa proposta che ha lanciato. Il Sud chiama e Moratti risponde. Questo perché ritengo che l'autonomia differenziata sia un valore, ma se riporta ad un quadro di unità nazionale senza che ci siano territori che si sentono discriminati. Non vogliamo un Italia a due velocità. Questo progetto di autonomia differenziata è vuoto perché non finanzia i livelli di prestazione essenziale, le competenze che vengono passate alle regioni. È mancato un dialogo con le regioni e così com'è stata pensata rappresenta una boutade elettorale. Credo sia importante il tema della crescita e la mia candidatura nasce da questa esigenza: far ripartire la Lombardia.  Noi, ha concluso Letizia Moratti, vogliamo avere un paese che cresce uniformemente. Ed è questo l'obiettivo che condivido con Cateno De Luca".

All'incontro erano presenti Tiziano Mariani, responsabile campagna elettorale, Monica Rizzi, candidata lista Moratti per Brescia e l'on. Angelo Alessandri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autonomia differenziata, Sud chiama nord trova l'intesa con Moratti

MessinaToday è in caricamento