Politica

Rete ospedaliera, concorsi e pianta organica. Amata interroga Musumeci e Razza: “Priorità alla comunicazione”

La capogruppo di Fratelli d’Italia chiede lumi sulle aziende sanitarie e ospedaliere dell’Isola che hanno presentato l’atto programmatico di rideterminazione delle dotazioni organiche

Sulla rideterminazione delle dotazioni organiche delle aziende sanitarie e ospedaliere in Sicilia la capogruppo di Fratelli d’Italia Elvira Amata ha presentato un’interrogazione urgente a risposta scritta al presidente della Regione Nello Musumeci e all’assessore alla salute Ruggero Razza.

Nell’atto ispettivo si chiede se tutte le aziende sanitarie e ospedaliere dell’Isola hanno presentato l’atto programmatico di rideterminazione delle dotazioni organiche, se si ritiene opportuno procedere subito all’approvazione di tutte le rideterminazioni delle dotazioni organiche, in modo da avviare tutti i concorsi e applicare pienamente la rete ospedaliera; ed ancora se si intendono sbloccare i concorsi già banditi e nel contempo sospendere le procedure a tempo determinato per il personale non direttamente interessato nell’emergenza Covid e come procederà la Regione Siciliana con il personale co.co.co. assunto tramite “click day”, una volta terminata la campagna vaccinale. Infine, un passaggio fondamentale che riguarda tutte le 17 aziende sanitarie e ospedaliere: se nel fabbisogno per il prossimo triennio hanno previsto i posti per i nuovi profili dell’informazione e comunicazione e se non si ritiene opportuno inquadrare prioritariamente nel profilo “specialista nei rapporti con i media, giornalista pubblico” il personale di ruolo che svolga o abbia svolto la funzione di addetto stampa nelle aziende, per salvaguardare la professionalità acquisita e quindi bandire i concorsi per i nuovi profili. 

“Vogliamo sapere, tra l’altro, quale destino avranno le centinaia di persone che stanno lavorando con grandissimo impegno nell’emergenza sanitaria e nella campagna vaccinale in atto con incarichi di collaborazione coordinata e continuativa o libero professionali, con i profili di collaboratore amministrativo professionale, assistente amministrativo, educatore professionale, assistente sociale, collaboratore ingegnere, perito informatico”, dice Elvira Amata. “Inoltre – aggiunge – come intende procedere il governo regionale con i profili professionali legati alla comunicazione e informazione istituzionale, che in questo periodo di pandemia, ma direi nella normale attività quotidiana, diventano sempre più indispensabili. Una comunicazione chiara e corretta gestita da professionisti oggi è quanto mai opportuna”, conclude Amata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rete ospedaliera, concorsi e pianta organica. Amata interroga Musumeci e Razza: “Priorità alla comunicazione”

MessinaToday è in caricamento