rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022

VIDEO | Squadra che vince non si cambia, Basile: “Vogliamo alzare l’asticella”

Il candidato sindaco arriva a bordo della vecchia Opel Corsa con De Luca alla guida: “Abbiamo messo in moto la macchina, gruppo unito e pronto a proseguire il progetto”

“La macchina messa in moto e il sindaco De Luca sa guidare”. Una frase, un doppio senso, per dare il via alla campagna elettorale quartiere per quartiere del candidato Federico Basile. A pronunciarla è lo stesso ormai ex direttore generale di Palazzo Zanca arrivato a piazza Duomo, per la presentazione della sua Giunta, a bordo della vecchia Opel Corsa di De Luca con lo stesso ex sindaco alla guida. Ad attenderli tutti gli ex assessori (Caminiti assente giustificato…) per quella che doveva essere la presentazione ufficiale della squadra di Basile. Tutti rigorosamente con la maglia con su scritto: "Basile il sindaco lo saprà fare". 

“Nei prossimi giorni arriverà anche una donna per completare” ha detto De Luca che ha aperto la conferenza evidenziando come questa sia “una nuova fase. Chi ha apprezzato la linea amministrativa ma non i miei metodi adesso può continuare ad apprezzare la linea con Federico che ha modi più dolci. Se ci sono state perplessità per il mio modo di essere stavolta possono andare oltre, l’incomodo De Luca non è soggetto principale della prossima guida”.

Quindi le parole di Basile da “volemose bene”. “Vogliamo cementare questa unione. Senza questa squadra il progetto non può andare avanti e servirà ancora di più il loro aiuto. Il talento di tutti aiuta a vincere le singole partite, ma il gioco di squadra fa vincere i campionati”. Una frase presa in prestito da Michael Jordan. 

Gli hanno fatto eco tutti gli assessori. 

“Questa Giunta ha dato prova di saper affrontare la grande sfida – ha detto Carlotta Previti - Mi piacerebbe che si leggesse con occhi sereni ciò che abbiamo fatto, al di là dei toni. Abbiamo rivoluzionato la città, eravamo la città babba adesso siamo quella invidiata per i risultati e abbiamo recuperato capacità di dialogo in sedi nazionali e internazionali. Questa sfida è di continuità, nel solco di ciò che abbiamo raggiunto”.

Per Alessandra Calafiore “Basile è sempre stato punto di riferimento per l’amministrazione, ricordo quando abbiamo costituito la Social City. C’è una sinergia totale e se ci sono stati scontri sono stati superati da persone intelligenti. È questa la nostra grande forza”. 

Caruso, invece, fa un richiamo al rugby. “Serve condivisione. Questa è una squadra. Abbiamo aggregato tanta gente che crede nell’immagine della nostra città che vedo non una vecchia signora, ma come una giovane ragazza vestita a festa che va incontro al proprio futuro”.

Per Massimiliano Minutoli “sono proprio le nostre diversità la forza di questa squadra ma siamo accomunati da un solo obiettivo, il bene di questa città”. 

Gallo si è definito “talent scout”. “Quello che colpiva di De Luca da giovani era il non detto, aveva l’XFactor del politico. Di Federico Basile mi ha colpito la competenza gentile. Ha vera capacità politica e spero di non sbagliare altrimenti posso andare in pensione”.

La Musolino ha riconosciuto a De Luca la capacità di aver formato politicamente dei tecnici. “Adesso è diverso il candidato ma non il programma, l’obiettivo è far diventare Messina protagonista della politica regionale, nazionale e comunitaria. Siamo l’eccezione che si vuole confermare”. 
E Mondello ha ricordato la cena casuale di Bologna quando nacque il progetto De Luca sindaco e come “la squadra abbia la sua forza nell’essere unita”. 

“Vogliamo alzare l’asticella”, ha voluto concludere Basile che da oggi andrà quartiere per quartiere a tastare il polso della città. La campagna elettorale è già partita.

Video popolari

VIDEO | Squadra che vince non si cambia, Basile: “Vogliamo alzare l’asticella”

MessinaToday è in caricamento