rotate-mobile
Politica

Polizia municipale, il comandante Blasco vacilla: la maggioranza vuole il concorso

Bocciato l'ordine del giorno presentato da Ora Sicilia che spinge per la proroga del dirigente nominato dal commissario Leonardo Santoro nel 2021. L'indicazione politica sul cambio di poltrona nel Corpo dei vigili urbani

Toccherà al sindaco Federico Basile decidere, ma il consiglio comunale ha già espresso il suo parere politico ma non vincolante. La questione è la permanenza del comandante Stefano Blasco a capo della polizia municipale. L'Aula ha bocciato l'ordine del giorno proposto da Ora Sicilia che voleva riconferma del dirigente in mobilità dal Comune di Enna il cui mandato scade il prossimo 30 aprile. A Blasco era stato affidato l'incarico dal commissario straordinario Leonardo Santoro lo scorso aprile.

Dieci i voti contrari all'atto di indirizzo da parte della maggioranza. L'indicazione data dai gruppi a sostegno del sindaco è chiara: nominare il nuovo comandante tramite concorso pubblico. Una presa di posizione che, come specificato dal consigliere del gruppo Con De Luca per Basile sindaco Raimondo Mortelliti, "esula dal giudicare l'operato dello stesso Blasco", il cui impegno - aggiungiamo noi - alla guida della polizia municipale non è di certo mancato in questi mesi. 

La replica dell'opposizione ha reso vivace il dibattito in Aula. A riassumerla ai nostri microfoni è il consigliere di Ora Sicilia Giandomenico La Fauci. "A Messina manca un comandante dal 2019, le procedure concorsuali potevano essere fatte prima, evidentemente l'amministrazione comunale non vuole un comandante. Una figura che invece è indispensabile in una città come Messina". A pesare, vista la minima differenza tra favorevoli e contrari, è stata soprattutto la strategia politica messa in atto da alcuni consiglieri. C'è chi, infatti, aveva firmato l'atto di indirizzo di Ora Sicilia ma al momento del voto ha lasciato l'aula o ha detto no come fatto dagli esponenti del gruppo misto Concetta Buonocore e Nicoletta D'Angelo.

A dire sì all'ordine del giorno sono stati i consiglieri: Caruso, Gioveni, La Fauci, Zante, Cantello, Carbone, Currò, D'Arrigo, Oteri. Contrari: Cipolla, D'Angelo, Pergolizzi, Giannetto, Buonocore, Busà, Di Ciuccio, Milazzo, Mortelliti, Rinaldo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia municipale, il comandante Blasco vacilla: la maggioranza vuole il concorso

MessinaToday è in caricamento