Rimpasto alla Regione, Picciolo e De Luca in coda a Calderone

Il deputato di Barcellona favorito nel restyling della giunta Musumeci. Le strategie di Sicilia Futura e del sindaco metropolitano che passano dal Comune e dalla nuova amministrazione comunale

Il deputato regionale Tommaso Calderone

La partita del rimpasto si gioca su tre tavoli. Se non è troppo tardi per le nuove scelte del presidente Musumeci. Uno a Messina, l'altro a Palermo, un altro ancora a Barcellona Pozzo di Gotto. E i competitor sono il mediatore del Patto per la Madonnina Giuseppe Picciolo e uno dei due firmatari, Cateno De Luca. In mezzo solo un posto nella nuova giunta Musumeci.

Chi ha dato di più alla corrente forzista di Micciché per l'elezione a Bruxelles di Giuseppe Milazzo contro Saverio Romano? Il gruppo Picciolo o quello De Luca? Sia Picciolo, fuori dall'assemblea regionale e segretario di Sicilia Futura, che De Luca puntano a far parte con loro uomini della squadra di governo siciliano. Ma l'incarico, a quanto pare, sarebbe solo uno. De Luca, a questo punto, per iniziare a scaldare i muscoli alla Regione sarebbe pronto a concedere a Picciolo più di un assessorato nel rimpasto al Comune. I nomi? Il consigliere Pietro La Tona e la ex Rita La Paglia. E per calmare gli appetiti di Forza Italia dal Consiglio comunale che negli ultimi mesi di seguire De Luca non sembra avere più voglia anche il giovane Ugo Zante potrebbe già collaborare con l'amministrazione . Il sindaco, per le Città Metropolitane, continua a chiedere le dimissioni dell'assessore Gaetano Armao. Quelle di Picciolo che oggi sta accanto a lui nel centrodestra non può chiederle.

Sicilia Futura in giunta comunale?

Picciolo, subito dopo le Europee, alla domanda sul rimpasto comunale con l'ingresso di Sicilia Futura parlava di un errore politico senza una strategia più ampia. Intanto Danilo Lo Giudice "rientra" nell'Udc visto che il primo in lista, De Luca, venne eletto nel 2017 proprio con i Centristi. E' un segnale triplo: uno a Musumeci, un altro a Forza Italia e il terzo a Sicilia Futura.

Ma nelle ultime ore in ascesa le quotazioni del deputato Tommaso Calderone che potrebbe rappresentare la provincia messinese in giunta con il ritorno all'Ars da capogruppo di Bernadette Grasso. Con Picciolo e De Luca a bocca asciutta. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Paura a Nizza di Sicilia: tentano di rapire una bimba, messi in fuga dalle urla della nonna

  • La salma di Giuseppe Sorrenti in viaggio, lunedì i funerali alla Chiesa San Francesco di Paola

  • Da Patti al Bambin Gesù di Roma con un volo dell'aeronautica, neonato prematuro verso la salvezza

  • Incidente nella notte in via Catania, muore nell'impatto con un mezzo della Messina Servizi

  • Capo d'Orlando, droga nascosta nei bagni della scuola scoperta dai cani poliziotto

  • Concorso per operatori sanitari e mobilità per infermieri, pubblicato il bando

Torna su
MessinaToday è in caricamento