Domenica, 25 Luglio 2021
Politica

Cambio di passo, il futuro della giunta De Luca appeso al filo... di un “emendamento”

Oggi la terza seduta del consiglio comunale sulla proposta programmatica lanciata dal sindaco a fine anno. La possibilità di andare avanti abbandonando l'idea di un intergruppo

Il consigliere Salvatore Sorbello con il leader di Sicilia Futura, Beppe Picciolo

Comu spunta si cunta. Non male come filosofia di lavoro quella del sindaco Cateno De Luca che rispolvera stamattina sul suo profile facebook un vecchio modo di dire popolare per caratterizzare una giornata cruciale in  consiglio comunale. 

Oggi infatti, alle 18.30 si torna in aula per la terza seduta dedicata alla piattaforma politico-programmatica “Cambio di passo” lanciata dal sindaco Cateno De Luca. 
La proposta formulata alla vigilia del 2020 tiene col fiato sospeso sulla tenuta stessa dell’amministrazione perché il sindaco ha legato il suo mandato al consenso” di almeno 17 consiglieri che dovrebbero sostenere l’azione politica e amministrativa per il 2020, pena le dimissioni a marzo - per ridurre al minimo il periodo di commissariamento - e tornare al voto nel mese di maggio.

L’obiettivo di costruire una maggioranza in aula, una sorta di partito trasversale agli schieramenti politici, un “intergruppo” è già naufragata nel’ultima seduta consiliare per  la ferma opposizione dei tre consiglieri di Sicilia Futura e quelli del gruppo Genovese, cedendo il passo alla possibilità di esprimersi solo sulle delibere da discutere per l’anno in corso e qualche modifica al regolamento consiliare per accelerare l’approvazione delle stesse. 

E su questa possibilità si gioca oggi il futuro della giunta De Luca che ieri ha fatto la conta della possibile geografia politica contando 11 sì, 15 no e 5 voti “ballerini”. Se il gruppo Genovese sembra intenzionato a non tornare in aula, quelli di Beppe Picciolo ci saranno pronti a votare sì solo la parte del “Cambio di passo” verrà cassata “senza se e senza ma”.

Nessuno, questo è stato chiarito nei vari interventi in consiglio e fuori, vuole andare alle urne, ma non sono pochi quelli pronti ad affrontare l’imprevisto. Come l’asse Genovese-Picciolo e lo stesso sindaco De Luca.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cambio di passo, il futuro della giunta De Luca appeso al filo... di un “emendamento”

MessinaToday è in caricamento