Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Giannetto accetta il "cambio di passo" di De Luca, ira 5 Stelle: "E' una sua idea non condivisa con il Movimento"

Con una lettera il consigliere pentastellato apre al sindaco De Luca e si discosta dal Movimento. Il capogruppo Andrea Argento prende le distanze e ribadisce la linea politica d'opposizione

Il capogruppo 5 Stelle Andrea Argento

Se non è un tradimento poco ci manca. L'adesione del consigliere 5 Stelle Serena Giannetto all'ormai celebre "cambio di passo" voluto dal sindaco De Luca , si discosta drasticamente dalla linea politica dei pentastellati, fin dall'inizio in opposizione all'amministrazione comunale.

Giannetto, invece, ha sposato l'idea del primo cittadino di voler creare un nuovo gruppo interconsiliare all'interno dell'aula per ridisegnare gli equilibri politici e risolvere una volta per tutte la cronica mancanza di una maggioranza.

Da qui l'ira del Movimento 5 Stelle che incassa il colpo e replica duramente, "La scelta di Serena Giannetto - precisa a Messina Today il capogruppo  Andrea Argento - è assolutamente personale e ben lontana dalla visione condivisa dall'intero Movimento. Recentemente abbiamo ribadito la nostra contrarietà alla proposta di De Luca, è un'idea condivisa e chi la pensa diversamente sa di andare in contrapposizione".

L'apertura al sindaco De Luca

Nella sua lettera al sindaco, Giannetto loda "l'enorme lavoro" di tutta la giunta e i risultati ottenuti. Dalla lotta all’evasione tributaria, alla piena salvaguardia dei posti di lavoro e all' imponente riorganizzazione della macchina amministrativa comunale, passando per  il potenziamento infrastrutturale ed organizzativo di MessinaServizi per portare a regime il sistema di raccolta differenziata e per la vicenda legata al risanamento edilizio. 

Ma il consigliere 5 Stelle tira anche le orecchie al sindaco ricordando anche ciò che non è stato raggiunto o è semplicemente fallito. In primis, i tempi non rispettati per lo sbaraccamento, la vicenda del Villaggio delle Luci di piazza Cairoli. Per Giannetto c'è una chiara assenza di un piano strategico per il rilancio della vocazione turistica e il disarmante ritardo per la attuazione di un serio programma di rilancio socio-culturale".

"Tra le ombre - precisa -  una mi appare obiettivamente allarmante, ossia quella delle sue modalità relazionali e di confronto con il Civico Consesso, caratterizzate da alzate di tono, talvolta a sproposito, talvolta eccessive". 

Ma Serena Giannetto è pronta a mettersi tutto alle spalle. "L’adesione che le esprimo al documento programmatico - scrive - si sostanzia, così, nella definita volontà di dare velocità, efficacia e continuità all’azione amministrativa. Una azione amministrativa che, come ho avuto sopra modo di evidenziare, ha prodotto importanti ed indiscutibili risultati. Una azione amministrativa che, per logica e interesse comune, non può non avere sensata e responsabile continuità. Una nuova corsa alle elezioni sarebbe un ulteriore vulnus al corpo già martoriato della nostra comunità, per il cui salvataggio occorre solidaristicamente e responsabilmente, anche in modo sofferto, non sprecare nemmeno un istante".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giannetto accetta il "cambio di passo" di De Luca, ira 5 Stelle: "E' una sua idea non condivisa con il Movimento"

MessinaToday è in caricamento