rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Politica

Elezioni, comincia il conto alla rovescia: le sfide e gli scontri prima del silenzio stampa

Ultimi giorni di campagna elettorale. Sturniolo parla del "voto utile". Oggi in città il sottosegretario Amendola a sostegno del candidato De Domenico

Ultimi giorni intensi di campagna elettorale poi il silenzio stampa, dopo settimane caratterizzate da scontri e polemiche.

Dopo la giornata di ieri che in piazza del Popolo ha visto protagonisti il presidente della Regione Nello Musumeci e quello della Calabria Roberto Occhiuto a sostegno di Maurizio Croce che hanno puntato tutto sui possibili interventi per l’area integrata dello Stretto e rispolverato la questione Ponte di Messina a cui ha risposto a distanza Cateno De Luca con il candidato a sindaco Federico Basile nel corso di un concerto comizio al Cep, oggi sbarca sullo Stretto il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, l’onorevole Vincenzo Amendola a sostegno del candidato a sindaco del centrosinistra Franco De Domenico.

Gli appuntamenti con Amendola

Insieme ad Amendola anche il capogruppo del Pd della Commissione parlamentare per le Politiche dell’Ue, onorevole Piero De Luca. Insieme parteciperanno a una serie di incontri insieme al candidato al sindaco della coalizione di centrosinistra Franco De Domenico.

In particolare, alle 10,45 presso la Marina del Nettuno, si confronteranno con i vertici dell’Autorità di Sistema Portuale dello Stretto, sul tema delle Zes e sulle possibilità di sviluppo per i nodi commerciali nel Mediterraneo. Alle ore 12,30, sempre presso la Marina del Nettuno, si svolgerà invece un confronto pubblico con i giovani, sulle opportunità offerte dal Next Generation Eu (Fondo per la ripresa). L’8 giugno invece sarà l’ex premier Giuseppe Conte a chiudere la campagna del M5Stelle.

Sturniolo e il voto utile

A sei giorni dalle elezioni si mobilitano dunque partiti e candidati. Ieri, il candidato di Messina in Comune Luigi Sturniolo si è soffermato sul concetto di “voto utile”.

“Le elezioni amministrative, si sa, sono molto impegnative poiché i candidati sono tantissimi e le liste penetrano in ogni comitiva, in ogni famiglia – spiega Sturniolo - Anche per questa ragione la competizione tra i candidati alla carica di sindaco e quella tra le liste non si sovrappongono. La legge elettorale contribuisce non poco. Il trascinamento motiva verso il proliferare delle liste e la dispersione del voto e il disgiunto tende a dare risultati diversi tra la prima e la seconda competizione. Non è un caso se Accorinti – continua Sturniolo - è diventato sindaco con soli quattro consiglieri e De Luca senza neanche quelli. L'asimmetria delle due sfide, insomma, rende il quadro abbastanza schizofrenico. Tutto questo fa sì che con 24 simboli ottenere il 5% sia un'impresa non da poco per tutti. Nella scorsa tornata elettorale solo 7 liste entrarono in Consiglio Comunale. Comunque vada la corsa a sindaco, è importante, dunque, che “Messina in Comune” riesca a superare lo sbarramento. E' importante perché le persone che ne fanno parte hanno dimostrato in questi anni di avere il coraggio di sfidare chi ha amministrato la città come fosse un uomo solo al comando. Mentre il Consiglio Comunale, con rarissime eccezioni, alzava le mani al cielo in segno di resa noi abbiamo pian piano decostruito tutta la narrazione che giorno dopo giorno veniva elargita dallo schermo di uno smartphone. Abbiamo, insomma, dimostrato di avere la capacità di indagare gli atti amministrativi che veniva proposti e di avere la forza di scontrarci a viso aperto. Lo abbiamo fatto con pochi mezzi a disposizione. Entrare in Consiglio Comunale offre degli strumenti in più. Messina in Comune in Consiglio Comunale sarebbe in ogni caso un presidio di democrazia, una garanzia per l'ingresso delle istanze dei cittadini in un luogo che appare spesso separato dalla città”.

Totaro e i "diritti"

Analoghe le motivazioni che spingono il candidato di Ucdl, Salvatore Totaro che punta tutti sui “diritti” dei cittadini. “Amare la gente – scrive Totaro - significa stare al suo fianco proteggendola e facendola stare meglio e non solo fisicamente ma anche nell’animo nello spirito e nel sociale quotidiano . Farle vivere la vita riscattando diritti come il lavoro , ripresa delle attività , il turismo , le aggregazioni sociali , lo svago , lo sport per tutte le età , la vera attenzione per tutte le disabilità e vivere la propria città in tutte le sue componenti e bellezze”.

Oggi, intanto i candidati a sindaco dovrebbero essere presenti anche alla conferenza stampa di presentazione “Giro dei 2 Mari con Marzia”, evento patronicinato dall’Università di Messina, che si svolgerà lalle ore 10.30 presso la Sala Senato dell’Ateneo.

Si tratta di una passeggiata cicloturistica per l’abbattimento delle barriere mentali e architettoniche e la promozione del turismo lento e sostenibile, che si terrà dal 9 all’11 giugno con partenza dal piazzale antistante la sede centrale dell’Ateneo.

All’incontro, saranno presenti il prorettore vicario Giovanni Moschella, Paolo Campanella presidente Acsi, Daniele Centorrino responsabile Acsi Sicilia, Francesco Giorgio presidente Coni di Messina, Gianni Raineri, organizzatore del Giro dei due mari con Marzia e segretario Cicloturista Castanea.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, comincia il conto alla rovescia: le sfide e gli scontri prima del silenzio stampa

MessinaToday è in caricamento