Politica

Carrattrezzi, per Pergolizzi troppo spazio ai privati

Interrogazione del consigliere comunale sul servizio di rimozione auto e sugli incassi che si dividono ditte e Comune. In attesa del report

Come svolgono i privati il servizio di carrattrezzi e quanto incassa il Comune dalle sanzioni? Vuole sapere di più il consigliere comunale di Liberame Nello Pergolizzi. Intanto l'articolo 354 del Regolamento di attuazione del Codice della Strada testualmente dice: "Il servizio di rimozione dei veicoli ai sensi dell’articolo 159 del Codice può essere affidato in concessione biennale rinnovabile a soggetti in possesso della licenza di rimessa". Pare che le sanzioni per violazioni al Codice della Strada comminate dalla Polizia Municipale di Messina con l’impiego del “Servizio Carroattrezzi” siano un numero cospicuo e che la rimozione con carroattrezzi a Messina risulta essere demandata quasi integralmente ai privati e che, solo una irrisoria quota degli interventi viene eseguita dal servizio interno comunale. 

Il parco mezzi del Comune sembra che abbia in dotazione 5 carroattrezzi perfettamente funzionanti e che risulterebbero in organico 4 autisti in possesso dei requisiti previsti per la guida del mezzo. Pergolizzi sostiene che la quota pagata dai proprietari degli automezzi in favore dei gestori privati risulterebbe di gran lunga superiore a quella riconosciuta al servizio comunale eche siamo di fronte ad un mercato di centinaia di migliaia di euro annui a cui vanno aggiunti gli introiti per il “Servizio di custodia”.

Il consigliere comunale pretende di conoscere come sia stato affidato il servizio e aumentare la gestione comunale del carrattrezzi. L'esponente politica aspetta adesso un report dettagliato sul numero delle sanzioni comminate dalla polizia municipale con l’impiego del “Servizio Carroattrezzi” in tutto l'anno in corso. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carrattrezzi, per Pergolizzi troppo spazio ai privati

MessinaToday è in caricamento