rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Politica

"Ponte sullo Stretto? Prima le infrastrutture interne e dopo valuteremo": la risposta della Chinnici in Confindustria

La candidata governatrice del centrosinistra ha preso parte a un incontro con gli industriali della Sicilia commentando con i cronisti l'ipotesi della megaopera tra Sicilia e Calabria

"Prima infrastrutture interne e dopo valuteremo il progetto Ponte, attendiamo risultati studio di fattibilità pronto nel 2023": a dirlo la candidata alla presidenza della Regione del centrosinistra Caterina Chinnici. 

"Sul Ponte sullo Stretto non può esserci una risposta secca: sì o no. Io penso che prima di tutto vadano potenziate le infrastrutture interne, guardando al completamento delle autostrade e delle strade che vanno rese funzionali" - ha affermato la candidata governatrice a margine di un confronto con i vertici di Confindustria regionale che ha risposto ai cronisti sull’ipotesi di realizzazione del Ponte sullo Stretto, tornato di nuovo al centro dell’agenda politica in queste settimane di campagna elettorale. 

Chinnici ha ricordato come sull’opera si stia lavorando a "uno studio di fattibilità sull’impatto ambientale, sui costi e sui tempi che sarà completato a livello nazionale nel 2023. Quando lo avremo - ha sottolineato - si potrà dare una risposta definitiva. Anche perché abbiamo già avuto l’esperienza di un progetto del Ponte sullo Stretto che si è rivelato irrealizzabile e che ha costretto a pagare penali". 

"Oggi la risposta che do su questo tema è - ha concluso secondo quanto riporta Adnkronos -: potenziamo le infrastrutture interne e poi eventualmente guarderemo alla possibilità di costruire il Ponte, che è sicuramente importante per le attività produttive e non solo. Quindi, visto che l’opera avrebbe costi e tempi importanti nel frattempo sistemiamo le nostre infrastrutture interne".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ponte sullo Stretto? Prima le infrastrutture interne e dopo valuteremo": la risposta della Chinnici in Confindustria

MessinaToday è in caricamento