Politica Duomo / Via Giuseppe Garibaldi

Consiglio favorevole sul Cambio di Passo, Picciolo: "Meglio il dubbio dell'errore"

L'ex deputato a capo di Sicilia Futura spiega la decisione sul sì del gruppo politico, per Cambiamo Messina dal Basso "Messina ancora una volta presa a calci in c..."

A Cambio di Passo approvato arrivano commenti diametralmente opposti. Beppe Picciolo, a capo di Sicilia Futura che dopo l'uscita dei consiglieri nei giorni scorsi ha visto il dietrofront di La Tona, Rotolo e Interdonato, dice: "Meglio agitarsi nel dubbio che riposare nell’errore. Con questa riflessione manzoniana vorrei mettere la parola fine alla boutade “cambio di passo”. Certo De Luca ha vinto, nei fatti, perché comunque ha saputo governare una parte importante del Consiglio Comunale! Ha vinto perché si è conquistato il diritto di Governare, a modo suo, con accelerazioni, frenate, insulti e derisioni! Perché la Città aveva ancora bisogno di un percorso di risanamento tecnico dei conti e di un rigore amministrativo che solo una coincidenza di interessi legittimi come questa può garantire a Messina!

Sarebbe stato politicamente molto più facile, e forse più naturale - prosegue l'ex deputato - scegliere di votare contro questo atto tecnico! Ma per far cosa? Per poi doverlo riproporre uguale in una ipotetica campagna elettorale, da controparte, in quanto atto necessario alla sopravvivenza economica dell’Ente? Questo, cari amici  miei, il dubbio che mi ha agitato in questi giorni, non gli inciuci presunti, prima a destra e poi a sinistra, frutto di fervide fantasie degne di Andersen! Poi la scelta: vincere sul campo della Politica (è passata la nostra linea di cassare tutta la parte politica del Documento) ...ma perdere sul piano della comunicazione esterna (perché è difficile far comprendere ai Cittadini ed ai lettori che si possa esercitare un ruolo importante anche essendo opposizione nei fatti attenta e non preconcetta ).  Adesso si apre la fase successiva: mostrare a tutti che la nostra scelta era quella giusta! Rigore nei conti e nelle azioni di controllo quotidiano e costruzione di una piattaforma di opposizione allargata, in Consiglio e fuori, a quanti vogliono davvero costruirla, ripartendo dalla nostra area politica di appartenenza. Non a chiacchiere ma nei fatti! Resteremo soli? Non credo... - conclude Picciolo - ma ce ne faremmo una ragione in più! Certamente la nostra scelta è stato comunque migliore che “galleggiare nell’errore” o, peggio, agire con finzione nel silenzio... o quasi!". 

Il gruppo Cambiamo Messina dal Basso che ieri ha visto l'"espulsione" - per proteste - dai palchi del pubblico l'ex consigliera Ivana Risitano sostiene: "Si è conclusa, nel modo più scontato, l'imbarazzante tre giorni del consiglio comunale dedicata al documento del sindaco "Cambio di passo".  Una tre giorni istruttiva per comprendere ancora meglio il modo di fare politica del sindaco De Luca: arrogante, spregiudicato, divisivo. È emerso chiaramente il vero obiettivo del "Cambio di passo" : dividere il consiglio comunale, spaccare i gruppi consiliari, mettere in un angolo e indicare come nemici della città coloro i quali non si sarebbero piegati al suo volere. Obiettivo in gran parte raggiunto, in modo da garantirsi un percorso consiliare senza sorprese. E il consiglio comunale? A parte le dovute eccezioni,  non ha saputo difendere il suo ruolo e le sue prerogative, cadendo nella trappola del sindaco che ha portato al voto un documento politico invotabile - si legge nella nota - l'aspetto positivo della tre giorni è stata almeno la chiarezza che ha portato nel quadro politico del consiglio.

Abbiamo potuto constatare che il livello politico cittadino è arrivato ad un punto cosi basso che è necessario riportare la Politica con la P maiuscola nelle piazze, nelle strade della città, ed anche sulla tribuna del consiglio dove la presenza dei militanti di CMdB è servita a fare capire che la città è un bene comune che va tutelato, oggi più di ieri, dalla vecchia politica ritornata a palazzo zanca più arrogante e predatoria di ieri. Rimettete allora la copia della tela di Luca Giordano "Restituzione di Messina alla Spagna": Messina ancora una volta è stata presa a calci". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio favorevole sul Cambio di Passo, Picciolo: "Meglio il dubbio dell'errore"

MessinaToday è in caricamento