Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica

Commercianti pronti ad aderire al regolamento Cosap, ma la Soprintendenza blocca tutto

Difficoltà per chi gestisce i locali del centro storico. L'Istituto pone dei paletti in merito alla tutela del piano paesaggistico. La nota del consigliere Antonino Interdonato

Il regolamento Cosap c'è, ma è difficile applicarlo. Il testo che disciplina l'occupazione del suolo pubblico per i commercianti è stato votato lo scorso marzo, portando una serie di benefici per chi gestisce i locali pubblici.

Ma l'iter per adeguarsi alle nuove direttive funziona con difficoltà. Criticità che riguardano i commercianti del centro storico che, nell'intenzione di installare strutture sullo spazio prospiciente il proprio locale, si imbattono nei paletti posti dalla Soprintendenza ai Beni Culturali e ambientali in merito a presunte non compatibilità con il Piano paesaggistico dell’ambito 9 ricadente nella provincia di Messina.

Sulla questione interviene il vice presidente del consiglio comunale Antonino Interdonato che sottolinea la non disponibilità della Soprintendenza stessa, al tempo della redazione del
nuovo regolamento Cosap, nel partecipare alle numerosi riunioni svoltesi tra membri del Consiglio e Giunta insieme ai Dipartimenti comunali e alle associazioni datoriali.

Interdonato si rivolge dunque al vice sindaco Salvatore Mondello affinché convochi con urgenza un tavolo tecnico alla presenza della Soprintendenza unitamente alle associazioni datoriali, al fine di superare la fase di stasi amministrativa creatasi, paralizzando nuovi investimenti economici ed imprenditoriali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commercianti pronti ad aderire al regolamento Cosap, ma la Soprintendenza blocca tutto

MessinaToday è in caricamento